Il Varese si regala Ignacio Pià

Il 33enne brasiliano, già in Serie A con Atalanta, Catania e Napoli, rafforza l'attacco a disposizione di mister Melosi. Sabato alle 16 a Masnago amichevole con il Caravaggio

ignacio pià calcio

Colpaccio del Varese, e questa volta il termine – spesso abusato – non è utilizzato a casaccio. I biancorossi si sono infatti regalati Ignacio Pià, attaccante 33enne ben noto alle platee sportive più importanti: il brasiliano infatti ha giocato alcune stagioni in Serie A vestendo le maglie di Atalanta, Catania e Napoli (5 reti nel massimo campionato) ma ha segnato anche in B e nelle categorie inferiori per squadre come Torino, Treviso e altre ancora.

Nella scorsa stagione Pià ha inoltre già fatto esperienza in Eccellenza, la categoria in cui gioca ora il Varese Calcio: con il Darfo Boario il bomber nato a Ibitinga ha gonfiato la rete per ben 12 volte, sette in campionato e cinque nei playoff.
Con il suo arrivo quindi, mister Giuliano Melosi ha a disposizione un’arma teoricamente illegale per il torneo che scatterà il prossimo 6 settembre (primo match dei biancorossi a Besozzo contro il Verbano).

Il reparto avanzato, che era quello meno folto il giorno del raduno, vede ora schierati lo stesso Pià, il promettente Lercara, il cavallo di ritorno Giovio e l’esperto Marrazzo. Un quartetto decisamente intrigante (al quale vanno aggiunti Becchio e Leonardo) e di valore per il torneo che i biancorossi si apprestano a disputare.

Ignacio Pià – vero nome Joao Batista Ignacio – completerà domani le procedure per il tesseramento e non potrà essere presentato domani (sabato 22) al “Franco Ossola” in occasione dell’amichevole contro il Caravaggio, squadra di categoria superiore visto che milita in Serie D. Si gioca a partire dalle ore 16 con ingresso libero. Luoni e compagni vestiranno per la prima volta la maglia ufficiale della stagione fornita dalla Macron.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 21 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mas

    Ma coi soldi del buon Pià (compreso lautissimo ingaggio) e non solo non si poteva pensare di iscriversi alla serie D ???????