Le torri svizzere festeggiano il milionesimo visitatore

Il Padiglione svizzero è diventato una tappa obbligata nel percorso dei visitatori di Expo grazie alla forza dei suoi contenuti

Expo2015

Il Padiglione svizzero a Expo Milano ha dato il benvenuto sabato 22 agosto al milionesimo visitatore.

Le mascotte delle torri Sylvie la mela, Christina l’acqua, Daniele il caffè e Philipp il sale, hanno accolto a braccia aperte un gruppo di nove coetanei (classe 1970) di Chamoson (VS). La loro visita ha permesso al Padiglione svizzero di raggiungere e superare il milionesimo visitatore.

«Nel tradizionale mese dedicato alle vacanze estive, Ferragosto, i visitatori si sono recati in massa a scoprire i padiglioni di Expo Milano. Nelle prime tre settimane d’agosto 12 000 persone in media hanno visitato il Padiglione svizzero che è diventato una tappa obbligata nel percorso dei visitatori grazie alla forza dei suoi contenuti. Il Padiglione svizzero attira anche molti visitatori dal nostro paese. Non è un caso che il gruppo di coetanei, classe 1970, proveniente da Chamoson (VS) ci ha permesso sabato di superare il milione di visitatori. Nei prossimi due mesi ci aspettiamo un forte afflusso di persone. Presenza Svizzera ringrazia il pubblico per la sua calorosa presenza al nostro padiglione. È il pubblico che lo rende vive e dà senso ai messaggi che la Svizzera vuole fare passare a Expo 2015,» sottolinea l’ambasciatore Nicolas Bideau, direttore di Presenza Svizzera del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) che è responsabile della gestione della partecipazione della Svizzera alle esposizioni universali.

Al fortunato e visibilmente sorpreso gruppo di coetanei le mascotte hanno offerto un aperitivo al ristorante e una visita guidata alle torri del Padiglione svizzero, divenute ormai un’icona del consumo responsabile a Expo 2015.

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 24 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.