Legge contro lo spreco alimentare, se ne parla alla festa dell’Unità

Il responsabile dei Giovani Democratici del bustese ne parlerà con la deputata Maria Chiara Gadda il prossimo 27 agosto

sprechi spreco alimentare cibo buttato

«E’ a buon punto l’esame, in commissione Affari Sociali, della proposta di legge del Partito Democratico a mia prima firma contenente norme per la limitazione degli sprechi, l’uso consapevole delle risorse e la sostenibilità ambientale. La scelta di avviare in tempi così rapidi l’iter parlamentare, è segno di una politica che vuole essere vicina alle esigenze dei cittadini, ed è in grado di interpretare le sfide del nostro tempo. Non posso che auspicare una approvazione rapida e largamente condivisa dal Parlamento». Lo dice Maria Chiara Gadda, deputata di Fagnano Olona del Pd, proponente e relatrice della proposta di legge.

«Expo Milano 2015 – prosegue – è stata una sfida vinta ma soprattutto rappresenta una occasione irripetibile per sensibilizzare l’opinione pubblica su temi rilevanti come il diritto all’alimentazione, lo sviluppo sostenibile e la coesione sociale. Lo sperpero, che diventa rifiuto, è un costo per la collettività». Il provvedimento, a partire dall’analisi delle innumerevoli buone pratiche già diffuse sul territorio nazionale, raccoglie l’esigenza di offrire strumenti nuovi per monitorare gli sprechi e rendere un quadro uniforme sul territorio nazionale, incentiva attività di prevenzione ed estensione del ciclo di vita dei prodotti, facilita la cessione delle eccedenze a fini di solidarietà sociale, e promuove processi produttivi innovativi a minore impatto ambientale. La legge propone un sistema premiale per chi decide di donare, che riduce la burocrazia e incentiva fiscalmente. Deve essere più conveniente donare anziché buttare.

«Noi Giovani Democratici – conclude Mohit Cabotra, responsabile dei Giovani Democratici del Bustese – abbiamo fortemente voluto organizzare questo dibattito perché è importante fare conoscere ai cittadini e ai giovani le buone iniziative che la politica è in grado di mettere al centro della sua agenda. L’aumento della povertà e la cattiva alimentazione ci invitano a riconsiderare il nostro modello di consumo e di produzione. Siamo inoltre contenti che una legge nazionale per ridurre gli sprechi sia stata scritta da una deputata del nostro territorio e giovane, come Maria Chiara Gadda. La serata sarà tradotta nella Lis, la lingua dei segni per le persone sordomute, perché riteniamo che anche questo sia un modo per sensibilizzare i cittadini».

Si parlerà di questo tema a Fagnano Olona durante l’incontro pubblico organizzato dai Giovani Democratici del Bustese di giovedì 27 agosto, alle ore 20.45, organizzato presso la Festa dell’Unità all’area feste di Via De Amicis.

Introdotte da Cabotra, si confronteranno personalità autorevoli che da fronti e responsabilità diverse sono impegnate su questi temi: Maria Chiara Gadda, deputata del Partito Democratico proponente e relatrice in Parlamento della legge per limitare gli sprechi alimentari, Marco Lucchini, direttore del Banco Alimentare, e Stefano Mazzetti, sindaco di Sasso Marconi (BO) e coordinatore di sprecozero.net

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.