Lombardia batte Sardegna per l’acquisto di una seconda casa

I dati emergono da un’indagine della Camera di commercio di Milano, attraverso TeMA, società consortile dell’ente milanese e di FIMAA Milano Monza & Brianza – Confcommercio Milano

141Tour Tronzano Lago Maggiore

Milano e la Lombardia, con i laghi di Como, Garda e Maggiore (nella foto, una splendida vista da Tronzano, scattata ieri durante il 141 tour), le colline pavesi e le sue montagne, sono le località più richieste per le seconde case nei primi mesi del 2015. Solo dopo arrivano mete turistiche come la Liguria, in particolare con il Golfo del Tigullio e Portofino e le Cinque Terre e la Sardegna con la Costa Smeralda. Vengono poi Courmayeur e la riviera Romagnola.

Sono questi alcuni dei dati che emergono da un’indagine della Camera di commercio di Milano, attraverso TeMA, società consortile dell’ente milanese e di FIMAA Milano Monza & Brianza – Confcommercio Milano.

L’indagine è stata realizzata a luglio 2015 su una cinquantina di operatori specializzati nel settore delle case vacanza. «Le seconde case si confermano un non trascurabile segmento del mercato immobiliare nonostante la crisi – ha dichiarato Marco Dettori, Presidente di TeMA Territori, Mercati e Ambiente, società partecipata dalla Camera di commercio di Milano –  I milanesi guardano fuori città, non solo in vista delle vacanze e quindi a 360 gradi. Per effetto del calo dei prezzi c’è di nuovo domanda in Lombardia, tra laghi, colline e montagne, Liguria e Val D’Aosta, oltre alla Sardegna. Ma la grande novità è che Milano sta assumendo un ruolo attivo in Europa quale meta di investimento dall’estero. Indici tutti di un momento di cambiamento, assolutamente non marginale, che ci fa ben sperare per il prossimo futuro».

«La discesa dei prezzi che ha caratterizzato il mercato residenziale in questi anni, e in particolare quello delle seconde case, ha portato a un significativo ridimensionamento dei prezzi – ha dichiarato Vincenzo Albanese, Presidente di FIMAA Milano Monza & Brianza – Riteniamo che oggigiorno sia possibile trovare soluzioni interessanti con valori fino a poco fa impensabili: è dunque il momento di comprare».

La seconda casa si acquista soprattutto per fare un investimento (per il 30% delle agenzie) ma anche per passarci le vacanze (17%) mentre l’affitto è richiesto in media per due settimane, ma c’è anche chi affitta per un anno o per sei mesi. Protagoniste le famiglie, ma il mercato è rallentato. Per quasi la metà degli operatori (46,8%) il mercato delle seconde case è ancora rallentato o fermo. Quest’anno alle famiglie con bambini, sempre protagoniste delle vendite, si affiancano gli acquisti effettuati da professionisti e imprenditori (stessa percentuale, 23,4%, in entrambi i casi). Prevalenza di famiglie tra chi affitta (per un’agenzia su qu attro).

Sia per l’acquisto che per l’affitto si preferisce un appartamento, intorno ai 60 metri quadrati, facilmente raggiungibile da Milano con un tragitto in auto che non superi le due ore. Effetto Expo: in media +3,2% sugli affitti, +0,6% per le compravendite, secondo le indicazioni delle agenzie

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2015
Leggi i commenti

Foto

Lombardia batte Sardegna per l’acquisto di una seconda casa 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.