Mai assaggiata la zebra? A Expo arriva lo Zebraburger

Dopo il panino con carne di coccodrillo, arriva l'hamburger di zebra. Lo propone il padiglione dello Zimbabwe

zebraburger

Se siete curiosi esploratori dei sapori del mondo, ad Expo arriva una nuova chance per assaggiare qualcosa di inedito.

Galleria fotografica

L'hamburger di zebra 4 di 6

Dopo il “Crocoburger”, il panino farcito con carne di coccodrillo, a Expo Milano 2015 sbarca lo “Zebraburger”, l’hamburger con carne di zebra e a proporlo, ancora una volta, è il padiglione dello Zimbabwe, all’interno del Cluster dei Cereali e dei Tuberi.

Le carni provengono da allevamenti controllati nel Paese africano, lavorate da un’azienda milanese leader nel settore e hanno un sapore tra il cavallo ed il cinghiale. “La zebra ha un alto valore proteico ed una minima parte grassa – spiega Georges El Badaoui, Console dello Zimbabwe a Milano -; è quindi un alimento sano e naturale, gustoso e particolarmente indicato per chi fa attività sportiva”. Sino ad oggi ne è stata importata una tonnellata, l’obiettivo è servire ai visitatori dell’Esposizione Universale ben 10 mila panini.

Al padiglione dello Zimbabwe, lo Zebraburger sarà servito con del pane bianco, farcito con formaggio cheddar, cetriolini, salsa barbecue e salsa baobab. Il tutto insieme a delle patate al forno cotte con farina di baobab ed una bibita gassata che unisce il sapore dell’uva rossa al frutto di baobab e ai fiori di sambuco.

“La carne di zebra può essere cucinata in diversi modi – aggiunge El Badaoui – semplicemente alla piastra oppure nella preparazione di saporiti stufati, brasati e spezzatini. E’ un alimento molto conosciuto in tutto il mondo, speriamo ora possa essere apprezzato anche in Italia”.

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 06 agosto 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L'hamburger di zebra 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.