Nicoletta Bartalesi porta Varese nel cuore dei mondiali brasiliani

La giovane atleta commenta soddisfatta: "convinte di aver dato il massimo, chiudiamo questa esperienza con un quinto posto mondiale"

Canottaggio Varie

Si è concluso il mondiale junior di canottaggio a Rio de Janeiro. Nelle squadra italiana c’era anche Nicoletta Bartalesi della Canottieri Varese. Assieme a Giovanna Schettino (Canottieri Aniene), Clara Guerra (Pro Monopoli) e Sarah Caverni (Canottieri Limite), Nicoletta si è cimentata anche quest’anno nella specialità del quattro senza, conquistando alle 10:48 ora locale un quinto posto in Finale A.  Giovedì l’ottima prova in gara di qualificazione ha portato l’equipaggio azzurro a vincere davanti alla Cina. Durante la Finale di sabato sono state invece le cinesi ad avere la meglio, arrivando quarte dietro agli equipaggi di Stati Uniti, Germania e Nuova Zelanda che hanno condotto tutta la gara.
“Convinte di aver dato il massimo – racconta direttamente dal Brasile Nicoletta Bartalesi – , chiudiamo questa esperienza con un quinto posto mondiale. Grazie a tutti coloro che mi/ci hanno permesso di arrivare qua è che mi hanno sostenuto, nonostante tutto””.

Grazie ai suoi atleti e al suo staff la Canottieri Varese torna protagonista a livello nazionale ed internazionale. La settimana scorsa Spreafico e Zoppini hanno gareggiato nelle acque ungheresi di Szeged conquistando quattro medaglie alla Coupe de la Jeunesse. In questi giorni Nicoletta ha portato un po’ di Varese dall’altra parte del mondo. Conquistare un posto tra le file azzurre non è stato affatto facile. Un mese di raduno a Piediluco ha visto le ragazze convocate sempre sotto i riflettori, con il timore di un prematuro “ritorno a casa”. La squadra è stata infatti definita solo nell’ultimo periodo e la selezione è durata fino agli ultimi giorni di allenamento.

“Dopo un avvio di stagione difficile centrare una finale mondiale è stato un ottimo risultato frutto di un altrettanto ottimo lavoro di Nicoletta e di tutto lo staff tecnico che ringraziamo – dichiara appena conclusa la gara Manuel Ambrosetti, consigliere responsabile del settore tecnico e agonistico -. Il secondo mondiale di fila rappresenta un buon punto di partenza per il futuro. Brava, bravissima Nicoletta siamo orgogliosi di te”.

Luca Broggini, direttore sportivo della Canottieri Varese, commenta soddisfatto i risultati raggiunti finora ed esprime la sua gratitudine verso l’atleta giallo-azzurra: “Nicoletta ha portato il nome di Varese in finale sul campo olimpico di Rio. Una stagione tosta e combattuta, ricca di emozioni e la medaglia europea. Festeggiamo guardando al futuro, con Varese sempre più azzurra”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.