“Sentieri di pace” alla scoperta della Linea Cadorna

Prenderà avvio il 30 agosto e animerà con tante iniziative i mesi di settembre, ottobre e novembre il progetto "Sentieri di Pace" alla scoperta di tratti della Linea Cadorna poco conosciuti

141 tour Saltrio: i luoghi

Prenderà avvio il 30 agosto e animerà con tante iniziative i mesi di settembre, ottobre e novembre il progetto “Sentieri di Pace“.

Patrocinato dalla Regione Lombardia, si tratta di un progetto che, attraverso attività educative e culturali, promuove la partecipazione attiva dei cittadini nella valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico della Lombardia. In particolare, tratti della Linea Cadorna poco conosciuti, con iniziative in grado di attrarre e suggestionare un’ampia tipologia di visitatori, attraverso festival, rivisitazioni storiche, mostre, installazioni itineranti, commemorazioni, escursioni.

Il progetto sposa anche il grande tema di EXPO 2015: il Festival Sogni all’aria aperta, uno dei grandi eventi di “Sentieri di Pace”, attraverso una settimana di proposte artistiche, teatrali e multiculturali dal titolo “Nutriamo la Vita”, inviterà a riflettere sull’importanza di nutrirsi non solo di cibo ma anche di valori universali, offrendo importanti momenti di riflessione anche sulla prima guerra mondiale, di cui ricorre il centenario dell’entrata in guerra del nostro Paese.

Gli EVENTI

Il progetto “Sentieri di Pace” vedrà la realizzazione di 5 grandi eventi: innanzitutto una serie di rivistazioni storiche, con la proposta di 4 escursioni da agosto a ottobre, alla scoperta di tratti della Linea Cadorna poco conosciuti, con ambientazioni storiche realizzate da attori in costumi d’epoca e rappresentazioni teatralizzate. I visitatori saranno accompagnati da guide multilingue ed esperte in ambito storico, militare, geologico e astronomico. La partenza di ogni escursione avverrà in un punto di ritrovo con parcheggio, da cui proseguire a piedi o in fuoristrada per chi ne farà richiesta (anziani, portatori di handicap).

Il secondo evento è il Festival Sogni all’Aria Aperta, che si terrà dal 28 settembre al 4 ottobre presso il Teatro San Giorgio di Bisuschio a cui sono invitate scuole di tutta la Regione Lombardia, dalla scuola dell’infanzia fino alle superiori e alcune scuole svizzere. Il Festival propone spettacoli teatrali, laboratori, concerti, percorsi, alternando momenti diurni dedicati alle scuole ad appuntamenti serali per un pubblico adulto ed un ricco weekend con eventi dedicati alle famiglie. Saranno presenti compagnie teatrali di fama nazionale ed europea.

Ci sarà inoltre una Installazione itinerante, una ricostruzione di un reticolato di guerra su cui verrà proiettato un cortometraggio ispirato alla Grande Guerra e in cui riscoprire il valore delle parole Rispetto, Onore, Lealtà, Fratellanza. Potrà essere visitata presso numerosi comuni della Valceresio e sarà ospitata anche a Milano, Bergamo e Cernobbio.

E’ stata prevista inoltre una commemorazione simultanea del 4 novembre: presso i comuni partner del progetto la ricorrenza verrà celebrata simultaneamente domenica 8.11.2015 attraverso la partecipazione delle scuole del territorio e letture teatralizzate di lettere dal fronte.

Infine, è prevista una mostra archeologica, realizzata per la prima volta sulle monete del periodo romano imperiale ritrovate dai soldati lungo il versante del Monte Grumello durante la costruzione della Linea Cadorna e ora custodite presso il Castello Sforzesco di Milano.

Il partenariato che ha consentito la realizzazione delle tante iniziative proposte da “Sentieri di Pace” è costituito dalla Comunità montana del Piambello che fa da capofila del progetto, e dai comuni di Arcisate, Besano, Bisuschio, Clivio, Induno Olona, Lavena Ponte Tresa, Porto Ceresio e Saltrio.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2015
Leggi i commenti

Foto

“Sentieri di pace” alla scoperta della Linea Cadorna 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.