Via un tratto di porfido in centro, scoppia la polemica

La protesta del consigliere Accordino per la scomparsa dei mattoncini a un incrocio. Il sindaco: "Saranno utilizzati per sistemare un altro tratto del centro"

La cava di porfido (inserita in galleria)

Via alcun i sampietrini dal centro di Tradate, scoppia la polemica. A sollevare la questione è il consigliere comunale Franco Accordino, dopo che alcuni lavori di asfaltatura sono stati eseguiti vicino al semaforo di fronte al Municipio, all’incrocio tra via Mameli e Corso Bernacchi. In questo punto un tratto di strada dove era presenti i mattoncini di porfido rosso è stato messo un tratto di strada asfaltata.

Duro il commento di Accordino: «Al mondo nel 2015 esiste una città sola, Tradate, dove si tolgono dal centro gli storici e, se ben tenuti bellissimi sampietrini, per sostituirli con orrido asfalto. Che tristezza». A rispondere è direttamente il sindaco Laura Cavalotti: «Quel tratto di strada andava sistemato e stiamo parlando di pochissimi metri quadri – spiega il primo cittadino -, solo all’incrocio tra le due strade. Quegli stessi mattoncini di porfido saranno utilizzati per sistemare delle lastre che sono state messe in passato in fondo a Corso Bernacchi e oggi poco sicure. Non c’è stato alcuno spreco o voglia rendere meno bella la nostra città».

«Inoltre – conclude il sindaco -, i lavori di asfaltatura sono stati realizzati senza spese per il Comune dall’azienda che completando la costruzione dell’edificio in centro. Mi risulta infine che in passato, quando è stato tolto un grande tratto di porfido in centro negli anni passati, sempre in corso Bernacchi, nessuno che si lamenta ora abbia battuto ciglio». 

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 21 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.