Villa Tovaglieri diventerà la casa del ‘900

La villa comunale punta a diventare polo di riferimento per tutti gli archivi storici della città. E presto potrebbero già arrivare i primi documenti dei partigiani

villa tovaglieri

E’ stata la decisione dell’associazione partigiana Fronte Volontari della Libertà di donare il proprio archivio storico al Comune di Busto Arsizio a premere sull’acceleratore della trasformazione di Villa Tovaglieri. L’edificio che oggi ospita gli uffici dell’ex assessorato alla cultura dovrà diventare a breve “la Casa del ‘900 e -si legge nella delibera della giunta- accogliere le associazioni culturali e sociali del territorio interessate alla valorizzazione di materiale che rappresenta la loro memoria, soprattutto a favore delle giovani generazioni e degli studenti, promuovendo attività di ricerca, studio, approfondimento“.

Nell’attesa del trasloco degli uffici dalla villa a Palazzo Gilardoni (che andranno presumibilmente negli spazi del commissariato, ndr) la prima sala che ospiterà la collezione sarà quella delle bandiere. L’auspicio è però quello che “altre realtà che raccolgono materiale che testimonia la storia del ‘900 potrebbero essere interessate a valorizzare il loro patrimonio documentale”.

Una decisione, quella della realizzazione di un luogo per “raccogliere la memoria cittadina del secolo breve“, che vuole coinvolgere anche i giovani e che punta ad essere uno dei primi atti dello sprint dedicato a giovani e cultura dell’ultima parte dell’amministrazione di Gigi Farioli. Si legge infatti nella delibera: “il coinvolgimento dei giovani nelle attività di valorizzazione della storia e delle memoria è una delle linee guida culturali prioritarie in quanto si ritiene necessario che nella società liquida e virtuale di oggi i giovani abbiano bisogno di conoscere le loro radici per affrontare al meglio il futuro”.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 10 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.