Teatro delle Arti: non solo teatro per una stagione ricchissima

Accanto ai grandi nomi del teatro, l’Associazione presenta un calendario di iniziative per tutti i gusti

Teatro varie

“Il teatro vi farà bene” diceva in una celebre frase Terrence Mann attore, cantante e ballerino statunitense riferendosi a ciò che a teatro si può vivere, diverso e lontano da quello che il cinema o la televisione riesce ad offrire. Una sera a teatro difficilmente si dimentica, e se la tendenza di oggi è quella di una cultura mordi e fuggi, per fortuna (aggiungiamo noi), c’è ancora chi crede e lavora ad una proposta culturale con il sipario.

Lo fa da oltre quarant’anni il Teatro delle Arti di Gallarate, che grazie a Don Alberto, suo instancabile promotore, torna a proporre una calendario di grandissima qualità che quest’anno inaspettatamente apre il 9 novembre con un musical, un classico dei classici: Cabaret della Compagnia della Rancia.

Otto appuntamenti che vedranno tra i protagonisti Alessandro Bergonzoni, Neri Marcorè, Stefano Accorsi, Anna Galiena, Valeria Solarino con spettacoli che variano per tema e contenuti.

Dalla “Quello che non ho” liberamente ispirato all’opera di Pier Paolo Pasolini con musiche di Fabrizio De Andrè, all’ultima fatica del Teatro Parenti “Peperoni difficili”, viaggio nella cucina di un giovane parroco di provincia. Stefano Accorsi sarà impegnato nell’interpretazione di quattro novelle del Decamerone nella messa in scena liberamente ispirata all’opera del Boccaccio con la regia del brillante e impegnato regista Marco Baliani. Finalmente a teatro il progetto di Giorgio Strehler con “La barca dei comici” tante volte messo in calendario e mai realizzato. Chiude la stagione “Una giornata particolare” ripresa ammirevole dell’opera di Ettore Scola interpretata da due grandi del teatro italiano: Giulio Scarpati e Valeria Solarino.

L’associazione culturale Teatro delle Arti non è però solo teatro e la proposta è davvero varia spaziando dalle mostre, alla letteratura, a progetti destinati alle scuole e alle famiglie, ai convegni di storia, al cineforum e all’ormai storico Filosofarti, diretto da Cristina Boracchi, tra le proposte culturali della città di carattere nazionale. L’edizione di quest’anno dal titolo Oltre le mura: equità e giustizia si svolgerà a febbraio ed ha già alcuni appuntamenti confermati. Saranno in città tra gli altri: Don Gino Rigoldi, Gherado Colombo, Carlo Sini, Umberto Curi, Franco Trabattoni, Umberto Galimberti e Gianrico Carofiglio.

Dal 1 ottobre comincia anche il Cineforum, uno degli ultimi sopravvissuti in provincia che vede il valore aggiunto dell’introduzione e commento finale di Angelo Croci.

Tutto il programma delle iniziative sul sito del Teatro delle Arti

di erika@varesenews.it
Pubblicato il 25 settembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore