Più soldi alla scuola: il Comune stanzia oltre 150.000 euro

Nella discussione sull'assestamento di bilancio, il consiglio comunale ha approvato l'incremento del 35% degli stanziamenti. Novità in vista anche per la palestra

palestra progetto

Comerio decide un aumento di fondi per sostenere il diritto allo studio. Nell’ultimo consiglio comunale, è stato approvato l’ordine del giorno sull’assestamento di bilancio che vede un significativo incremento degli stanziamenti. Si tratta di circa il 35% in più: la cifra passerà da 116.430 a 153.400 destinati a supportare la disabilità e altri progetti didattici.

L’amministrazione vuole supportare l’Istituto Comprensivo di Comerio, Barasso, Luvinate e Casciago, in particolar modo per quanto riguarda la scuola secondaria di Comerio, capace di attrarre studenti dai Comuni limitrofi (non considerando Barasso, Luvinate che naturalmente si rivolgono  a Comerio): «A puro titolo di esempio – ha voluto a sottolineare il sindaco Silvio Aimetti – vorrei ricordare che arrivano da Gavirate quasi 70 alunni, che siamo molto felici di ospitare, malgrado il Comune di Gavirate non sia disponibile (al contrario degli altri Comuni) a partecipare alle spese sostenute, anche per i loro ragazzi, dai Comuni citati».

Tra le novità più importanti e attese c’è quella relativa alla palestra: «Si è conferito l’incarico per il completamento del progetto esecutivo -ha spiegato Aimetti – che andrà ulteriormente a migliorare la ricettività e l’offerta delle scuole.  Sempre dal punto di vista delle scuole si sono stanziati dei fondi per il completamento della messa a norma per l’antincendio della scuola primaria. Si è infine stabilito di conferire un incarico professionale per un’analisi preliminare, che abbia come obiettivo la riqualificazione energetica delle scuole e degli stabili comunali.

L’obiettivo è quindi quello di far diventare le scuole di Comerio sempre più attrattive, non solo per la proposta didattica, ma anche per il supporto alla disabilità, per l’innovazione nei settori del risparmio energetico e per la pratica di attività sportive. Un piccolo campus».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.