RI.Build: un alert per tenere sott’occhio le imprese che ti interessano

Monitorare tutte le variazioni, relative anche a mille imprese contemporaneamente. Un servizio delle Camere di Commercio per tenersi aggiornati su clienti, fornitori e partner 

Economia generiche

Vuoi tenerti aggiornato su tutte le imprese con cui lavori? Vuoi sapere se i tuoi partner hanno nuovi soci? Vuoi conoscere tutte le variazioni nelle imprese dei tuoi clienti? Vuoi venire informato su eventuali procedure fallimentari delle imprese che lavorano con te?  Ri.build è lo strumento che risponde a queste domande.  Si tratta di un servizio offerto dalle Camere di Commercio italiane grazie alla gestione e alla elaborazione dei dati del Registro Imprese.

Un servizio utile, per esempio, a chi per ragioni professionali deve tenersi aggiornato sugli eventi che modificano l’assetto di clienti, fornitori, partner commerciali o di imprese che partecipano a procedure di affidamento dei contratti pubblici. È il caso di imprese e liberi professionisti, ma anche banche, società finanziarie, assicurazioni, società di revisione contabile, associazioni di categoria ed enti pubblici. A tutti loro, infatti, Ri.build permette di verificare periodicamente e in modo automatico se sono state presentate o iscritte variazioni nel Registro Imprese per aziende di interesse, operanti su tutto il territorio nazionale.

«Utilizziamo Ri.build attraverso Telemaco – dice Roberta Falzoi dell’amministrazione della Tekna srl, azienda che ad Angera produce frigoriferi industriali –. Ci permette di monitorare società che rientrano nel nostro ambito operativo. Io stessa a suo tempo avevo installato il software di Telemaco sui nostri pc: un servizio che facilita l’operatività d’impresa offrendoci una chiave interpretativa precisa delle realtà economiche che per la nostra attività dobbiamo tener sott’occhio. È il caso per esempio dei fornitori: grazie a Ri.build possiamo avere una rapida informazione sui cambiamenti dell’assetto societario e quindi dei nostri interlocutori in azienda».

Un giudizio positivo confermato da Caterina Barilà, commercialista di Varese: «So bene che cos’è Ri.build: è un servizio utile e di facile accesso per le imprese e tutti i consulenti e gli operatori economici. La mia è la testimonianza diretta di chi ne ha usufruito e ne ha tratto beneficio per la propria attività».

Ri.build garantisce un alert grazie al quale ricevere comodamente al proprio indirizzo di posta elettronica tutte le notifiche dell’avvenuta variazione al Registro Imprese, ma anche direttamente il documento ufficiale aggiornato (visure, atti…). Così, tra le informazioni fornite automaticamente, ci sono quelle sulle variazioni di soci o persone, le procedure concorsuali, i trasferimenti d’azienda, il deposito di bilanci e dello statuto…

La lista di imprese per la quale è attivato il servizio può essere modificata in ogni momento, aggiungendone di nuove o eliminando quelle ritenute non più di interesse. È possibile tenere sotto controllo fino a 1.000 imprese contemporaneamente. Ri.build: uno strumento informativo di grande interesse e, in più, a costi contenuti. Un esempio? Con 25 euro si può essere informati su 100 aggiornamenti.

A livello nazionale, gli ultimi dati relativi all’inizio di novembre ci dicono che sono già 22mila gli utenti che utilizzano questo servizio offerto dalle Camere di Commercio. Utenti che nel 32% dei casi tengono sotto controllo qualsiasi movimento delle imprese monitorate e nel 21% vogliono verificar gli eventi della vita aziendale che riguardino le persone con cariche o qualifiche.

Per tutti i dettagli, è possibile consultare il sito della Camera di Commercio varesina www.va.camcom.it, seguendo il percorso “Strumenti per l’Impresa > Strumenti Operativi per l’Impresa > Ri.build”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore