La nuova edizione di Filosofarti inizia con Moni Ovadia

Al via la nuova edizione di Filosofarti. Ecco il programma del primo weekend

moni ovadia

Sabato 20 febbraio 2016 si apre la dodicesima edizione di Filosofarti e il primo appuntamento sarà con un protagonista importantissimo: Moni Ovadia.

Sarà proprio lui ad inaugurare la serie di iniziative della rassegna sabato 20 febbraio, alle ore 17.30, al Teatro delle Arti di Gallarate (via Don Minzoni, 5). L’attore, scrittore e compositore italiano terrà una lectio magistralis dal titolo Equità e giustizia, nella quale parlerà del rapporto fra legge e morale, fra giustizia retributiva e dimensione sociale della equità, i diritti non scritti, il dialogo interreligioso, le storture del mercato e del lavoro. Una conversazione aperta al pubblico con uno dei più grandi testimoni della contemporaneità.

Domenica 21 febbraio sarà invece l’arte ad essere protagonista per tutto il giorno. Si inizia alle 11.00, al Foto Club Il Sestante a Gallarate (via San Giovanni Bosco, 18) si terrà il vernissage della mostra di Marco Fatilli, Attraverso il muro: immagini dal carcere. Fino al 6 marzo, l’esposizione, col patrocinio del Ministero della Giustizia, farà luce sulla vita del carcere attraverso fotografie, frutto di un progetto attivato presso il Carcere di massima sicurezza di Bollate, in cui i detenuti divengono i principali attori di una laboratorialità culturale, affinché il ‘dentro’ dialoghi con il ‘fuori’.

Alle 16.00, a Palazzo Minoletti a Gallarate (piazza Garibaldi) s’inaugurerà invece la mostra di Carlo Moretti, Un’idea di città, in collaborazione con il Museo MA*GA. Fino al 6 marzo, l’esposizione omaggia un architetto del gallaratese che ha assunto una fama internazionale con una sua idea di città visionaria, teoretica. Alle ore 18.00, invece, primo evento in programma a Busto Arsizio. Negli spazi della Cristina Moregola Gallery di via Andrea Costa si apre la personale di William Xerra, Io mento. La serie dei lavori di Io mento nasce alla fine degli anni ’90 ed è stata presentata alla Fondazione Mudima di Milano, attraverso un manifesto letto da Pierre Restany. Tale manifesto è stato poi discusso nel mese di settembre 2002 a Piacenza in un convegno nazionale cui parteciparono, tra gli altri, Antonio Calbi, Giorgio Celli, Gillo Dorfles, Eugenio Gazzola, Loredana Parmesani, Pier Aldo Rovatti, Aldo Tagliaferri, Lucia Miodini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.