#OLTRE. Nuova rassegna al Centro Giovanile Stoà

La rassegna #OLTRE, dedicata al tema della misericordia, si apre a Stoà Giovedì 18 Febbraio, con la mostra di Giacomo Bandini, fino ad arrivare al workshop di Street Art con Sugar Kane, il primo weekend di marzo

Eventi generiche

#OLTRE. Questo il titolo della rassegna di eventi culturali che il Centro Giovanile Stoà proporrà nei prossimi mesi, sul tema della Misericordia.

Ad aprire la serie di appuntamenti, “#OLTRE LA PAURA. Cammini di riconciliazione”: tre giorni intensi, all’inizio del periodo di Quaresima, presso il Centro Giovanile Stoà, in cui Giacomo Bandini, giovane originario della parrocchia di Beata Giuliana, presenterà la sua esperienza di alcuni mesi in Albania, con Operazione Colomba, Corpo non violento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII.

La mostra – una visione artistica in tre dimensioni – sarà inaugurata giovedì 18 febbraio sera, in occasione della Sera di Emmaus che si svolgerà in cappellina di Stoà, a partire dalle ore 21.00.

L’esposizione rimarrà aperta sabato 20 e domenica 21 febbraio, dalle 15.00 alle 19.00. A conclusione, domenica 21 febbraio alle ore 17.00 presso il salone polivalente del Centro, Giacomo Bandini interverrà con una testimonianza sul tema delle “vendette di sangue” legato ai territori in cui opera come volontario. Continuando nella rassegna, sono aperte le iscrizioni per il terzo workshop di Street art, realizzato dal Centro Giovanile Stoà, in occasione del Festival di Filosofia “Filosofarti”, che quest’anno ha come titolo “Oltre le mura. Equità e giustizia”.

Sarà nostra ospite l’artista Sugar Kane, 24enne romana, che continuerà l’opera avviata negli ultimi due anni da Alice Pasquini e Mr.Klevra.

“Nè più, nè meno. #OLTRE” – Abbattere il muro dell’invisibilità”: dal 4 al 6 Marzo2016, il workshop di Street Art è realizzato in collaborazione con l’Associazione “Ali d’Aquila”, una delle realtà più attive a Busto nel servizio ai senza dimora. La realizzazione collettiva del murales e l’esperienza di servizio “Ali d’Aquila” saranno occasione per abbattere il muro dell’invisibilità che spesso pone nell’ombra persone giudicate dall’apparenza.

Le iscrizioni sono aperte nella pagina dedicata all’evento sul sito www.stoabusto.it.

L’evento è realizzato con il supporto di Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus e con il Patrocinio del Comune di Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore