Tosi superstar: oltre 570 domande di iscrizione

L'istituto tecnico di Busto Arsizio conferma il suo grande fascino tra i ragazzi. Gettonato anche l'artistico Candiani mentre lo scientifico Ferraris aumenta del 10% le richieste

Ite tosi primo giorno di scuola 2015

Ite Tosi superstar. Anche quest’anno la palma della scuola più gettonata va all’istituto tecnico di Busto Arsizio che, ad iscrizioni ancora aperte perchè chiuderanno tra poche ore, è stata scelta da 570 alunni: « Un risultato che ci conforta perché vuol dire che stiamo lavorando bene – spiega la dirigente Nadia Cattaneo – Poi ragioneremo con il Consiglio di Istituto come organizzare la didattica dato che possiamo attivare “solo” 15 prime».

L’ITE di Busto, con la sua offerta internazionale e il percorso quadriennale, mantiene il suo fascino tra i ragazzi. Continua a piacere anche il percorso alberghiero professionale con il Falcone come punto di riferimento del territorio insieme al Verri di Busto Arsizio ( nel settore statale)

In generale, l’istruzione tecnica sembra tenere, stando ai primi bilanci. Bene l’Isis Ponti di Gallarate che avvia senza problemi la nuova proposta di un percorso agrario a Somma Lombardo ( affiancato al tradizionale CAT)  e aumenta con ben due prime l’offerta tecnologica. In leggera flessione, all’Isis Facchinetti di Castellanza le richieste per l’istruzione chimica e per il settore moda mentre confermano l’attrattività gli altri corsi tecnologici. Bene  l’Isis Città di Luino che riconferma le sue classi. Numeri soddisfacenti per gli indirizzi Marketing e turistico all’Isis Stein dove, invece, è un po’ in affanno il CAT ( ex geometri) percorso da qualche anno un po’ appannato. Diversa, invece, la situazione all’Isiss Daverio Casula dove si assiste a una ripresa dell’offerta CAT mentre tengono gli altri indirizzi tecnici economici.

Nonostante la “leva” del 2002 sia un po’ meno popolosa rispetto agli anni precedenti, anche tra i licei si registra una certa soddisfazione. Benissimo le iscrizioni al liceo scientifico Ferraris di Varese che ha visto un aumento del 10% delle domande arrivando a 250, bene anche lo scientifico di Gavirate destinato poi ad assorbire la domanda eccedente del percorso sportivo unico in provincia scelto, come sempre, da un numero doppio rispetto ai posti permessi dal Ministero. Il Liceo Curie di Tradate raggiunge il tetto massimo per la sua capienza con 10 prime: 4 per lo scientifico, due per il linguistico, due per le scienze umane e due per l’economico.

Contenta la dirigente dei licei Crespi di Busto Cristina Boracchi : « Abbiamo domande per creare due prime sezioni del classico pienissime mentre scienze umane ha avuto 124 richieste e 139 il linguistico». Ottimo esordio alla guida dei licei di Gallarate della dirigente Nicoletta Danese: « Abbiamo puntato molto sull’orientamento lavorando in rete con le scuole primarie. I risultati si vedono: confermiamo tutti i nostri numeri compresa la sezione di classico che ha un alto numero di iscritti. Devo dare merito ai miei professori che hanno lavorato di squadra in modo costruttivo».

Problemi di “overbooking” anche al liceo Candiani di Busto che dovrà riorientare una decina di ragazzi in base soprattutto al criterio della vicinanza: « Attualmente abbiamo 54 aule per 59 classi – spiega il dirigente Andrea Monteduro – abbiamo optato per un’articolazione oraria complessa che ci permette di accogliere il maggior numero possibile di studenti. Ottima la richiesta anche per i corsi musicale e coreutico dove faremo la selezione per legge».

A Varese città mantiene il suo primato il liceo Manzoni con ben 314 richieste di iscrizioni suddivise tra: linguistico 165, Scienze umane 90, Liceo economico 34 e Musicale 25: « Incremento notevole del linguistico che aggiunge rispetto allo scorso anno quasi due classi a testimonianza  di un’eccellenza premiata dall’utenza – commenta il dirigente Giovanni Ballarini –  Domani sera, martedì 23 febbraio, affronteremo il problema degli eventuali esuberi in consiglio di istituto dopo un incontro in Provincia. Domani sarà il giorno della riflessione per gestire la fase dell’accoglienza secondo norma e criteri;  per oggi posso solo dire da preside grazie ai docenti e a tutta la squadra del Manzoni».

Un po’ appannati, invece, Frattini e Cairoli: il primo rallenta la sua crescita verticale degli ultimi anni che ha provocato qualche problema di spazi mentre il classico registra un leggero calo confermando il trend nazionale.

Premiata dalle richieste la novità del prossimo anno“scienze umane” a indirizzo economico offerta dal Liceo Sereni nella sede distaccata di Laveno che continua anche con lo scientifico “scienze applicate”. Piace  l’offerta liceale artistica del Don Milani nella sede distaccata di Venegono: la novità delle arti figurative del triennio va a implementare una formazione che continua ad assicurare l’attivazione di tre prime. Tenuta infine per tutti i percorsi, tecnico economico e tecnologico, della sede di Tradate del Don Milani.

di
Pubblicato il 22 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore