Anziani maltrattati a “La Provvidenza”, processo per 9

Il giudice ha accolto la richiesta del pm di mandare a giudizio gli ausiliari socio assistenziali che lavoravano al secondo piano della casa di riposo

tribunale busto arsizio

Hanno scelto tutti il dibattimento i 9 accusati di maltrattamenti nei confronti degli anziani ospiti della casa di riposo La Provvidenza di Busto Arsizio. Il giudice per l’udienza preliminare Luisa Bovitutti li ha mandati tutti a giudizio.

Si tratta di 9 asa (ausiliari socio assistenziali, ndr) che lavoravano all’interno dell’istituto e che sarebbero stati protagonisti di episodi di violenza verbale e in alcuni casi fisica nei confronti di alcuni ospiti al secondo piano della struttura che, fino a quel momento, era considerata “modello”. L’indagine risale ai primi mesi del 2014 allargandosi a macchia d’olio e comprendendo anche la morte di due anziani Piera Venegoni e Piera Armiraglio (poi confluite in un fasciolo a parte con l’accusa di omicidio colposo, ndr).

La richiesta del sostituto procuratore Nadia Alessandra Calcaterra, che ha indagato insieme ai carabinieri di Busto Arsizio e i Nas, è stata accolta in pieno dal giudice che ha ritenuto sufficienti gli elementi per poter incardinare un processo che prenderà il via nelle prossime settimane.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 14 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.