Attrezzature rubate, continua la raccolta fondi della scuola

Dopo l'evento di marzo che ha permesso di acquistare alcuni video proiettori, fra qualche settimana alle medie si replica e fervono i preparativi

Avarie
Foto varie

Dopo l’iniziativa del marzo scorso in cui sono state vendute alcune foto di classe e messi all’asta disegni degli studenti per raccogliere fondi a favore della scuola, fervono i preparativi alle medie Bernardino Luini per replicare in data 21 maggio il successo della festa “Giù le mani dalla nostra scuola” organizzata lo scorso 19 marzo nel cortile e in alcuni locali del pian terreno dell’edificio.

Scopo dell’iniziativa raccogliere fondi per ripristinare le attrezzature informatiche rubate o manomesse durante i furti dello scorso gennaio.

Quanto raccolto in occasione del primo evento ha permesso di sostenere l’acquisto di alcuni videoproiettori e casse, il cui arrivo permetterà di rimettere in funzione 3 LIM presenti nella scuola ed in precedenza utilizzate durante la regolare attività didattica.

«E’ il segno che qualcosa di buono è già stato fatto e che è possibile continuare su questa strada di interscambio e collaborazione fra le varie anime della scuola con genitori, alunni ed insegnanti impegnati a vario titolo nella pianificazione di diverse attività e momenti di intrattenimento per la giornata del 21 maggio», afferma Roberta Corsini, docente di lettere all’Istituto Comprensivo Statale Bernardino Luini.

Durante la mattinata nella palestra della scuola sarà dato spazio allo sport, con tornei di pallavolo e di calcetto a 5 che vedranno impegnati ragazzi, genitori ed insegnanti in incontri di sicuro divertimento.

Nel pomeriggio, dopo i saluti del Dirigente Scolastico, professoressa Raffaela Menditto, seguiranno le numerose rappresentazioni previste, preparate da alunni ed insegnanti che, ispirandosi anche al programma scolastico, saranno capaci di mettere in scena quanto di solito rimane fra libri e quaderni.

L’impegno dei ragazzi nell’organizzazione della festa sarà concretizzato anche dall’attività degli alunni che si occuperanno dell’accoglienza dei visitatori e dall’esposizione di sculture e disegni realizzati dai ragazzi delle classi terze durante le lezioni di arte.

A conclusione della giornata ci sarà l’estrazione dei premi della lotteria, organizzata anche grazie alla generosità delle attività commerciali luinesi che hanno contribuito con l’offerta di molti fra i premi in palio.

«Nate come risposta concreta ad una difficoltà oggettiva, le due giornate di festa saranno certamente da ricordare come momenti di unità in cui oltre allo scopo pratico diventa importante creare un’occasione di divertimento nella quale riscoprire la gioia dello stare insieme e sentirsi parte di un gruppo, per sapere trasmettere con i fatti un messaggio di positività ai nostri ragazzi», conclude la professoressa.

di
Pubblicato il 28 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.