Bertolasi e Cesarini brillano in un venerdì con tanto azzurro

Iniziata la Coppa del Mondo alla Schiranna, avanzano le due varesotte: la 19enne sabato in acqua per una medaglia. Buone prove della squadra italiana. Le previsioni variano il programma di domenica

canottaggio varese 2016 coppa del mondo
foto varie di canottaggio

Buon avvio complessivo per la tappa varesina di Coppa del Mondo di canottaggio, la prima delle tre regate che compongono la competizione iridata in questo 2016. Il lido della Schiranna e la macchina organizzativa, già rodata dagli eventi remieri degli scorsi anni, hanno girato a dovere sul piano dell’accoglienza e dell’organizzazione in una giornata – il venerdì – ricchissima di gare ma anche meno importante sul piano dei risultati.

Galleria fotografica

I volti della Coppa del Mondo 2016 4 di 51

Al mattino infatti sono state disputate le batterie di qualificazione, al pomeriggio i recuperi al termine dei quali sono arrivati i primi verdetti di eliminazione. Ma dal punto di vista sportivo ci sarà un crescendo sabato – con molte semifinali e le finali non olimpiche – per arrivare poi a domenica quando saranno assegnate le medaglie delle specialità olimpiche (per “olimpiche” si indicano quelle gare che si disputano anche, appunto, ai Giochi e che quindi sono quelle con maggiore partecipazione di atleti). Da segnalare – ne parleremo meglio dopo – un leggero cambio di programma dovuto alle previsioni del tempo della domenica pomeriggio che preannunciano tempo incompatibile con la possibilità di regatare.

VARESE VA – Apertura di cronaca doverosa per le due portacolori al femminile della provincia di Varese, entrambe protagoniste di una bella gara che ha permesso loro di avanzare sul tabellone senza dover passare dalle forche caudine dei recuperi. E, quindi, anche di risparmiare una fatica supplementare.

Parliamo di Sara Bertolasi e Federica Cesarini, impegnate rispettivamente sul due senza senior e sul singolo leggero femminili. Iniziamo da Sara, una delle atlete azzurre con la maggiore esperienza: la bustocca cresciuta proprio alla Schiranna, insieme alla padovana Alessandra Patelli, ha già centrato l’obiettivo semifinale piazzandosi al primo posto nella batteria di venerdì mattina. Prova di forza di Bertolasi e Patelli, partite molto bene e poi brave a replicare a ogni tentativo di rimonta della Serbia lasciata poi a distanza sulla linea di arrivo.

canottaggio varese 2016 coppa del mondo
foto varie di canottaggio
Federica Cesarini / foto Cecchin-Canottaggio.org

Ed è addirittura già in finale Cesarini che rema sul singolo leggero (non olimpico): bella anche la prova della 19enne del Gavirate, rimasta davanti a tutte per metà gara e poi rimasta in scia di Olanda2, equipaggio che ha vinto la batteria. Poco male per il risultato odierno, anzi: Federica sarà di nuovo in acqua sabato (15,30) con l’obiettivo di centrare una medaglia storica, anche se non sarà facile.
E per una medaglia vogherà anche Pierpaolo Frattini su Italia1 nella specialità dell’otto: poche le barche iscritte tra le ammiraglie (due quelle azzurre), tanto che la speranza di vedere sul podio l’Italia non è campata per aria. E sarebbe un’iniezione di fiducia in vista delle qualificazioni olimpiche.

BENE L’ITALIA – La nazionale con il maggior numero di atleti iscritti a Varese non tradisce le attese. L’Italia tra mattino e pomeriggio ha portato avanti nel programma una lunga serie di imbarcazioni, anche se per molte il momento della verità arriverà nelle semifinali di sabato. Intanto non mancano gli armi già in finale: su tutti il “quattro senza” campione del mondo (Di Costanzo, Castaldo, Lodo, Vicino) secondo in batteria, il “doppio senior” femminile (Schiavone-Colombo), il “due senza” leggero Ficarra-Gerosa (non olimpico), i già citati “otto” maschili e Cesarini. Tanti invece gli equipaggi già volati in semifinale o direttamente, o tramite i recuperi: tra questi ultimi anche il “quattro senza” leggero Italia1 (La Padula, Di Seyssel, Oppo, Goretti) che alla mattino era stato battuto un po’ a sorpresa da Ita2 (Tedesco, Sfiligoi, Gravina, Tuccinardi). Molto bella anche la prova dei doppi leggeri femminili: impegnati nello stesso recupero i primi due equipaggi azzurri hanno guadagnato in coppia il passaggio del turno.

SABATO IN ACQUA – La seconda giornata di gara si apre con le finali D e C, per le specialità che le prevedono: il programma di queste regate va dalle 10 alle 10,40 circa. A seguire e fino alle 11 i recuperi delle prove non olimpiche e quindi alcuni di quelli olimpici. Le semifinali inizieranno alle 13 e procederanno sino alle 15, intervallate dai ripescaggi rimanenti. In programma, a causa di un cambio di programma dovuto alle previsioni del tempo non delle migliori, anche le finali B e A delle specialità non olimpiche: si comincia alle 15,11 e si termina poco prima delle 16. Come detto, in acqua anche la nostra Cesarini. Le medaglie più pregiate invece saranno “distribuite” domenica, in un programma che prevede le finali B tra le 9 e le 10, e le finalissime tra le 10 e le 13,20 circa. Alle 10,03 l’eventuale regata di Bertolasi (se qualificata), chiusura come da tradizione con l’otto.

LA DIRETTA - Proseguirà anche sabato e soprattutto domenica il nostro liveblog con aggiornamenti continui dal campo di regata. I lettori possono partecipare attivamente scrivendo nello spazio commenti o usando l’hashtag #varese2016 su Twitter e Instagram. Per accedere direttamente al live CLICCATE QUI.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

I volti della Coppa del Mondo 2016 4 di 51

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.