Buona liberazione

Ci sono date, e quella di oggi più di tutte, per noi italiani e non solo, che sono lì a stimolare riflessioni. La riflessione del direttore per la festa della Liberazione

Vignette Pierre Ley

Non è l’amarcord di quelli che… Ci sono date, e quella di oggi più di tutte, per noi italiani e non solo, che sono lì a stimolare riflessioni.

La libertà è il nostro bene più grande. Fa rima con amore, giocandosela tra loro, come potrebbe esser scegliere tra l’acqua e l’aria. Sul secondo sono stati scritte così tante cose che si potrebbe riempire i palazzi di intere città. Anche la libertà non scherza però quanto a interesse e declinazioni.

A me piace sempre pensarla connessa alla parola consapevolezza, perché senza quella la libertà diventa egoismo, opportunismo e tanti ismo pericolosi. Esser consapevoli è però difficile, richiede impegno, responsabilità, capacità di discernimento. Richiede il sapere. Non quello accademico, nemmeno quello scolastico, ma quello che guarda alla vita cercando di conoscerne il più possibile partendo da noi stessi per poi tornare nel mondo fuori.

La libertà è quindi un cammino, e ci sono persone che hanno dato la vita perché questa condizione fosse possibile per ogni donna e uomo della terra. L’elenco sarebbe lungo e per fortuna nemmeno finito, perché non è qualcosa del passato e basta.
La libertà è figlia della liberazione e questa ci riguarda tutti, ma proprio tutti. Oggi ricordiamo quella dal fascismo. Se vogliamo onorare sul serio quanti si sono battuti e sono morti 71 anni fa per lasciarci un paese migliore, dobbiamo esser consapevoli che quella battaglia è cambiata, ma ci chiede sempre di stare in cammino e non dar mai per scontata la parola libertà.

Buona liberazione a tutti

di marco@varesenews.it
Pubblicato il 25 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.