Cambiamo Cocquio Trevisago parte con la campagna “Un candidato al giorno”

Lo ha annunciato il candidato Luigi Nigri: sulla pagina Facebook i profili dei candidati consiglieri che si presentano alla corsa elettorale del 5 giugno

Avarie

Anche la lista “Cambiamo Cocquio Trevisago” affila le armi della campagna elettorale che porterà i residenti a scegliere un nuovo sindaco che guiderà il paese per i prossimi anni.

La campagna partita da qualche giorno in puro stile “social”: sulla pagina Facebook del gruppo, il primo ad aver rotto gli indugi è stato Luigi Nigri, consigliere comunale in forza alla maggioranza uscente, in consiglio comunale da due mandati e che incontriamo all’assemblea della Comunità Montana Valli del Verbano non più tardi di ieri sera.

Nigri spiega che la scelta di uscire giorno per giorno con un profilo di ciascun candidato consigliere è una strategia precisa e condivisa con tutto il gruppo: da qui a settimana prossima si saprà pubblicamente l’intera composizione della lista.

Dice di sé Nigri sulla pagina Facebook: “Sono amministratore da due mandati nel gruppo di maggioranza, ricoprendo il ruolo di Assessore, consigliere delegato e consigliere in rappresentanza dell’amministrazione nella Comunità Montana Valli del Verbano.
Sono attivo nell’ambito delle associazioni (di cui per alcune anche socio fondatore): per dieci anni sono stato volontario del soccorso della CRI e per dodici presidente di un’associazione sportiva dilettantistica.
Ho deciso di candidarmi Sindaco perché intendo mettere a disposizione della comunità le esperienze maturate, e continuare ad amministrare con la stessa intensità partecipativa nell’intento di migliorare tutti insieme le condizioni del paese nel quale sono orgoglioso di vivere”.

Gli altri due candidati che per ora hanno scoperto le carte sono Giovanna Meloni che in una parte della sua presentazione dice: “Da 15 anni sono consigliere di minoranza, sempre presente ai Consigli Comunali, sempre preparata anche quando era inutile farlo, sempre con la speranza di poter incidere sulle sorti di questo paese da tempo addormentato; sono tenace e ho fiducia nei cittadini di Cocquio e a loro mi rivolgo con le indimenticabili parole di Paolo Borsellino: ” la Rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di qualsiasi arma…”.

E l’ultima in ordine di tempo a presentarsi è un’altra donna, Elisa D’Alia: “Studio Legge all’Università degli Studi dell’Insubria, e nutro un forte interesse per le tematiche politiche e amministrative.
Crescendo, mi sono resa conto che Cocquio non rappresenta il paese che vorrei e ho capito che è (anche) compito mio fare qualcosa: ho iniziato a muovere il mio primo passo verso il cambiamento collaborando con i Giovani Democratici e fornendo il mio contributo nel territorio in cui abito con la mia famiglia”.

A questo link sarà possibile seguire di giorno in giorno il prosieguo delle presentazioni dei candidati di “Cambiamo Cocquio Trevisago”

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.