Caso Uva, Coisp: “Sentenza già emessa da tempo”

In una nota la posizione del Coordinamento per l’indipendenza sindacale delle forze di polizia sul recente pronunciamento della Corte

Sentenza Processo Uva

L’epilogo del caso Uva è una sentenza che abbiamo sempre pensato fosse stata emessa – questa la dichiarazione del segretario generale provinciale del Coisp il Coordinamento per l’indipendenza sindacale delle forze di polizia –  Sin da quando si è aperta questa dolorosa pagina, non abbiamo mai dubitato dell’innocenza dei colleghi. Come abbiamo sempre sostenuto, la morte di una persona resta sempre un dolore per tutti, la vita umana è il bene più prezioso e va difeso, ma non bisogna trovare un capro espiatorio da colpevolizzare”.

La giustizia – prosegue la nota – ha fatto il suo corso, questo processo è stato condotto con grande professionalità da tutte le parti, sono state analizzate tutte le sfaccettature possibili e tutte le ipotesi, ascoltati tutti quelli che in qualsiasi modo sono entrati in contatto con la vittima, una imponente macchina che finalmente è arrivata alla meta. L’innocenza decretata dei poliziotti e carabinieri ha un risvolto anche sociale che deve essere rimarcato, la volontà di criminalizzare a tutti i costi chi sacrifica la propria vita per garantire la sicurezza alla collettività ora è miseramente fallita”.

“Bisogna ridare quella credibilità e fiducia agli uomini e donne delle Forze dell’Ordine che una campagna mediatica nazionale ha pericolosamente minato. Ora vogliamo che i colleghi coinvolti in questa triste vicenda, possano ritornare ad avere una vita normale ed a riassaporare quella serenità che era stata fortemente minata. Siamo davvero contenti per loro e ringraziamo tutti coloro che hanno dimostrato la solidarietà stigmatizzando l’atteggiamento dei detrattori costretti ora a ricredersi. Una sentenza di totale e piena assoluzione che non lascia nemmeno la minima ombra sull’innocenza di questi uomini dello Stato e sulla loro impeccabile professionalità – conclude il Segretario Fonzo- ora è il tempo di godersi questo momento e di gioire”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.