Con Ugo La Pietra l’arte esce in città e la città entra in Museo

Il Museo Maga presenta la mostra personale dell'artista dedicata alle ricerche sull'ambiente urbano e i problemi legati all'abitabilità degli spazi collettivi

Arte - Mostre

«Ricerche che riguardano i problemi del rapporto dell’individuo con l’ambiente urbano, problemi legati all’abitabilità degli spazi collettivi. Una ricerca che si può definire per il sociale e nel sociale» così Ugo La Pietra presenta nell’inedita anteprima Facebook del museo la mostra Abitare è essere ovunque a casa propria in corso al Museo Maga di Gallarate dal 16 aprile (inaugurazione ore 18) a cura di Marco Meneguzzo che ripercorre i molteplici ambiti di indagine dell’artista per nuclei e tematiche, con i suoi lavori più significativi e i documenti correlati.

Galleria fotografica

Ugo La Pietra al Museo Maga 4 di 15

Fino al 18 settembre si avrà occasione di vedere la molteplicità degli esiti della sua creatività, la cui produzione si sposta tra diversi media, dal cinema, alla pittura, alla scultura, al design, alla fotografia, alla performance, alla musica. Il punto di partenza del percorso espositivo è la ricerca, iniziata nel 1967, che La Pietra chiama “Sistema disequilibrante”. Si tratta di una vera e propria teoria e metodo d’analisi dei segni e delle strutture che accompagnano la vita quotidiana e che sono alla base di tutta la parabola artistica di La Pietra. Lo spazio urbano viene infatti costantemente preso in considerazione come struttura organizzata e luogo da cui germinano le sue pratiche progettuali artistiche e provocatorie.

In contemporanea con l’iniziativa del MA*GA, l’Aeroporto di Milano Malpensa accoglierà, nell’area adiacente la Porta di Milano, l’installazione Interno/Esterno. Interno/Esterno che riprodurrà un ambiente apparentemente domestico – la stanza di una casa – salvo poi far accedere lo spettatore direttamente in un orizzonte prospettico di una via di Milano, al centro del quale si collocano i binari dello storico tram.

L’ambiente vuole coinvolgere attivamente il pubblico che è invitato a fotografarsi e condividere sui social social network i selfie, divenuti ormai uno dei fenomeni globali per la comunicazione interattiva. Proprio l’utilizzo dello spazio da parte del pubblico come luogo di esperienza e set fotografico attiverà un sistema di comunicazione dell’opera all’esterno, rendendo visibile “fuori” ciò che accade all’interno dell’aeroporto.

Inoltre, nelle Sale Vip del Terminal 1, la mostra Nuova territorialità proporrà venti opere pittoriche dell’artista tutte attraversate da un elevato indice di ‘randomità’, componente caratterizzante di tutta la creatività di La Pietra che usa il segno come elemento di rottura in una struttura ben programmata, in un ambiente urbano con un ordinato sistema strutturale.

In occasione della mostra verrà presentato il libro di Ugo La Pietra Il segno randomico, una raccolta dell’attività artistica dell’autore, a cura di Marco Meneguzzo (Silvana Editoriale). Anche la città di Gallarate sarà coinvolta nel percorso espositivo, ospitando l’installazione in pietra leccese Soggiorno urbano, realizzata per l’occasione.

Domenica l’appuntamento al Museo è per i più piccoli per costruire tante coloratissime torri traballanti, utilizzando elementi modulari come singoli pezzi di città.
Dalle ore 15.00 alle ore 17.30, Euro 10 a partecipante. Su Prenotazione a didattica@museomaga.it

UGO LA PIETRA.
ABITARE È ESSERE OVUNQUE A CASA PROPRIA. Opere e ricerche nell’ambiente urbano 1962-2016
Gallarate (VA), Museo MA*GA (via E. De Magri 1) e Aeroporto di Milano Malpensa
16 aprile – 18 settembre 2016
Orari: Lunedì chiuso, Martedì-venerdì, 10.00|18.30, sabato e domenica, 11.00|19.00
Ingressi: 5,00 intero; 3,00 ridotto per studenti fino ai 26 anni, over 65, tesserati FAI – Fondo Ambiente Italiano e residenti in Gallarate; Gratuito per i minori di 14 anni, disabili che necessitano di accompagnatore , accompagnatore del disabile; dipendenti MiBACT; accompagnatori e guide turistiche Regione Lombardia, 1 insegnante ogni 10 studenti, membri ICOM, soci AMACI; giornalisti accreditati, giornalisti con tesserino in corso di validità.
Informazioni: Tel. +39 0331 706011; info@museomaga.it; www.museomaga.it
Visite guidate Gruppi max 25 persone 100,00 più acquisto biglietto ridotto, 150,00 in lingua più acquisto biglietto ridotto
Scuole 70,00 più acquisto biglietto, 100,00 in lingua più acquisto biglietto ridotto
Laboratori didattici 5,00 a studente

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Ugo La Pietra al Museo Maga 4 di 15

Galleria fotografica

Ugo La Pietra #InternoEsterno 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.