Dagli archivi del comune riemerge la storia di 100 anni fa

Il lavoro nei documenti del comune ha permesso di ricostruire la presenza cecoslovacca durante la prima guerra mondiale. E nei campi sono presenti ancora i reperti

I reperti della prima guerra mondiale di Solbiate Olona

Lettere, relazioni, carteggi. Documenti di 100 anni fa che sono rimasti per un secolo nei sotterranei del comune ma che adesso, tornando alla luce, permettono di ricostruire un pezzo di storia, quello della presenza cecoslovacca lungo l’Olona.

Galleria fotografica

I reperti della prima guerra mondiale di Solbiate Olona 4 di 9

Il contesto è quello della prima guerra mondiale, quando le truppe cecoslovacche insediarono a Fagnano Olona il loro campo base, vivendo per lungo tempo nell’area a ridosso dell’attuale passaggio della Pedemontana. «Anche dopo la guerra i rapporti tra quello stato e il nostro comune rimasero ottimi -racconta il primo cittadino, Luigi Melis- e prova sono tutti quei documenti che abbiamo riportato alla luce». Sono state quelle pagine ingiallite ad essere la base per “I cecoslovacchi sull’Olona“, il volume di Enzo Ciaraffa che sarà presentato venerdì 29 aprile alle 19.30 presso l’Antico Maniero “la Corte dei Sapori” di Fagnano Olona. Nello svolgere questo lavoro tutti i documenti sono anche stati digitalizzati e presto verrano resi disponibili a chiunque volesse approfondire.

«La stessa ambasciatrice della Repubblica Ceca ha inviato una lettera per ringraziarci -continua Melis- perché nel loro Paese non esiste un archivio che raccolga questa parte di storia» e proprio per questo i contatti tra comune e ambasciata sono continui e costanti. Nei prossimi mesi, ad esempio, «si definiranno i dettagli di un gemellaggio tra Solbiate e un altro paese ceco mentre abbiamo già invitato l’ambasciatrice a venire qui».

Un’occasione, quella della visita dell’ambasciatrice, durante la quale saranno donati una serie di reperti che il comune ha fatto cercare nei prati che ospitavano l’accampamento e che ora, 100 anni dopo, sono tornati alla luce. Borracce, gavette, cucchiai che «in parte abbiamo messo da parte per il nostro museo -precisa il sindaco- ma che abbiamo ritenuto opportuno anche donarne alcuni ai legittimi proprietari».

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

I reperti della prima guerra mondiale di Solbiate Olona 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.