Dai Cortisonici ai David di Donatello, vince l’esordiente Mainetti con “Jeeg Robot”

Incetta di premi per il piccolo e sorprendente film diretto dall'esordiente Gabriele Mainetti, premiato nel 2013 anche al festival cinematografico varesino

Davit di Donatello, tutti i premiati

I David di Donatello come i Premi Oscar. L’Accademia del cinema italiano ha premiato il miglior cinema nostrano con una cerimonia rinnovata nello stile e nella dinamica, presentata da Alessandro Cattelan. Tutti i premi principali sono stati attribuiti a tre film: Il racconto dei racconti di Matteo Garrone (in verità è una coproduzione internazionale) e il piccolo e sorprendente Lo chiamavano Jeeg Robot e l’originale Perfetti sconosciuti. 

Galleria fotografica

Davit di Donatello, tutti i premiati 4 di 18

Quest’ultimo, diretto da Paolo Genovese, vince come miglior film e miglior sceneggiatura. Mentre l’opera diretta da Matteo Garrone, Il racconto dei racconti, regista ormai navigato e riconosciuto a livello internazionale, ha portato a casa le statuette per miglior regista, fotografia, costumista, trucco, scenografia, effetti digitali. 

La vera sorpresa, come sembrava essere prevedibile considerate le 16 nomination, è stato il piccolo film Lo chiamavano Jeeg Robot, diretto dall’esordiente Gabriele Mainetti, che nel 2013 aveva vinto il premio del pubblico anche al festival varesino Cortisonici. Quest’opera porta a casa i premi come miglior regista esordiente, produzione, tutto il comparto attori (protagonisti e non protagonisti, tra ci Claudio Santamaria).

Una cerimonia, per questa 60esima edizione del premio, più briosa quella di quest’anno per la consegna dei premi che, nonostante un ingessato presentatore Catellan, è stata resa più simile a una cerimonia degli Oscar grazie alla produzione di Sky che l’ha trasmessa in diretta.

Ecco l’elenco completo dei premi

MIGLIOR FILM
Perfetti sconosciuti prodotto da Medusa Film per la regia di Paolo GENOVESE

MIGLIORE REGISTA
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Matteo GARRONE

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
Lo chiamavano Jeeg Robot < Gabriele MAINETTI

MIGLIORE SCENEGGIATURA
Perfetti sconosciuti < Filippo BOLOGNA, Paolo COSTELLA, Paolo GENOVESE, Paola MAMMINI, Rolando RAVELLO

MIGLIORE PRODUTTORE
Lo chiamavano Jeeg Robot < Gabriele MAINETTI per Goon Films, Rai Cinema

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Lo chiamavano Jeeg Robot < Ilenia PASTORELLI

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Lo chiamavano Jeeg Robot < Claudio SANTAMARIA

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Lo chiamavano Jeeg Robot < Antonia TRUPPO

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Lo chiamavano Jeeg Robot < Luca MARINELLI

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Peter SUSCHITZKY

MIGLIORE MUSICISTA
Youth – La giovinezza < David LANG

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
Youth – La giovinezza < “SIMPLE SONG #3” musica e testi di David LANG interpretata da Sumi JO

MIGLIORE SCENOGRAFO
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Dimitri CAPUANI, Alessia ANFUSO

MIGLIORE COSTUMISTA
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Massimo CANTINI PARRINI

MIGLIORE TRUCCATORE
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Gino TAMAGNINI, Valter CASOTTO, Luigi D’ANDREA, Leonardo CRUCIANO

MIGLIORE ACCONCIATORE
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Francesco PEGORETTI

MIGLIORE MONTATORE
Lo chiamavano Jeeg Robot < Andrea MAGUOLO con la collaborazione di Federico CONFORTI

MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA
Non essere cattivo < Angelo BONANNI

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI
Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Makinarium

MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO
S IS FOR STANLEY < di Alex INFASCELLI

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA
IL FIGLIO DI SAUL < di Laszlo NEMES (Teodora Film)

MIGLIOR FILM STRANIERO
IL PONTE DELLE SPIE < di Steven SPIELBERG (20th Century Fox )

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO
BELLISSIMA < di Alessandro Capitani

DAVID GIOVANI
LA CORRISPONDENZA < di Giuseppe Tornatore

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Davit di Donatello, tutti i premiati 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.