Davies e Kuksis si dividono gli applausi

Il pivot e il tiratore sono i migliori biancorossi di serata, ma il voto è alto per tutti gli uomini di Moretti

Openjobmetis Varese - Umana Venezia 79-68

DAVIES 7,5 (IL MIGLIORE) – Si continua così, a ritmi di doppie-doppie, in casa Brandon. Da quando non c’è più Faye a dargli una mano a rimbalzo e da quando c’è un playmaker vero ad alimentarlo in attacco, il pivot di Varese è diventato giocatore dominante. E ha cambiato volto anche per quanto riguarda la fiducia: vi aspettavate quel tap in schicciato da un gattone come lui?

WAYNS 7 – Due periodi da bollino rosso, con tante iniziative respinte dal ferro. Poi, dopo l’intervallo, la svolta: capisce che in velocità può battere tutti gli esterni orogranata e li mette in croce con accelerazioni che arrivano sino al ferro. Così Varese replica al sorpasso e crea il break del 30′ che sarà consolidato poi.

CAVALIERO 6,5 – Cinque punti non sono molti, ma arrivano in momenti importanti. Però il capitano fa anche altro, compresa una presenza difensiva che altre volte era un po’ mancata. Quattro assist a impreziosire la serata.

WRIGHT 6,5 – La tonnara dell’area veneziana non è luogo per lui, e infatti quando prova la penetrazione spesso va a sbattere. Ma non importa, perché sono ben superiori le volte in cui chiama a sé i difensori e smista come si deve la palla (7 assist). E in difesa, per batterlo devi abbatterlo, altrimenti ti viene a prendere.

CAMPANI 6,5 – Dopo l’ottima europrestazione di mercoledì fa un po’ fatica a riaccendersi. I primi passaggi sul campo non sono memorabili (salvo che per una schiacciata tonante e inattesa), ma con lo svolgersi della gara anche il suo contributo arriva forte e chiaro. E ha già promesso battaglia tra sette giorni a Cremona…

KANGUR 7 – Come sempre, non facciamo le pulci sui dati dell’attacco, dove in avvio fatica un po’ contro Ejim. Guardiamo a tutto il resto: se l’ex Roma resta fastidioso, gli altri non passano mai dalle sue parti. E con 8 rimbalzi, 4 falli subiti e 2 assist, Kristjan sa rendersi utile a 360 gradi.

FERRERO 6,5 – Lo si vede poco in attacco (ma l’unico canestro arriva dopo un rarissimo sorpasso veneto), lo si vede però tantissimo in difesa. L’azione simbolo? Si immola su Ortner che pensa di poter andare facilmente a canestro: non è così, Ferrero mette tutto il suo corpo tra il canestro e l’austriaco che sbaglia, sorpreso dalla sua presenza.

KUKSIKS 7,5 – Partita imperfetta, tiro perfetto. Il lettone paga anche qualche passaggio a vuoto nell’arco dei 40′, specie quando si avventura in palleggio o vicino a canestro. Però è intelligente, sa aspettare il suo turno, e quando l’Umana se lo dimentica sull’arco, lui ci mette un millesimo a riprendere la mira. Tiro-canestro, per sei volte, da lontano: pubblico in piedi per lui.

PS: (IL PEGGIORE) stavolta non lo assegniamo: difficile definire così un giocatore almeno da 6,5 in pagella. Siete d’accordo?

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.