Decatex, una questione di stile

L'azienda di Cairate realizza da 30 anni etichette e nastri tessuti simili a opere d'arte. Veri e propri accessori per abiti, profumi e vini pregiati

Decatex, una questione di stile

«Pronto Marco? Sono Gianfranco, volevo farti i miei complimenti per le etichette. Anche senza indicazioni hai fatto uno splendido lavoro».

Galleria fotografica

Decatex, una questione di stile 4 di 4

Siamo nel 1999, al telefono con Marco delle Canonica è Gianfranco Ferré. Il ricordo di quella telefonata è raccontato oggi con orgoglio dai figli del patron di questa azienda che da più di 30 anni produce etichette tessute, miscelando sapienza e doti artistiche fuori dal comune.

Filippo e Paola, come mai vostro padre Marco ha concentrato l’azienda su etichette e nastri tessuti?
«Nostro Padre è prima di tutto un’artista, un disegnatore di ricami e pizzi e dalla sua creatività e spirito d’impresa è nata la nostra storia, fatta di patch e nastri tessuti. Veri e propri accessori in grado di valorizzare profondamente l’oggetto a cui sono abbinate. È così che 35 anni fa è nata Decatex».

In che senso le vostre etichette sono un accessorio?
«Perché sono il risultato della creatività e della maestria che ci contraddistingue da sempre. Non si limitano a essere funzionali, sono una valorizzazione estetica del capo o dell’oggetto, sia esso un abito, un accessorio o una preziosa confezione. Sono prodotti di qualità, pensati e studiati assieme ai centri stile dei migliori designer al mondo».

Dal ricamo fatto a mano ai telai Jacquard. È così che avete superato la crisi che ha investito il settore del tessile?
«Realizziamo tessuti Jacquard da sempre ma il nostro successo è dovuto ad un alchimia di fattori. Sicuramente gli investimenti in tecnologia e la ricerca sui filati sono stati fondamentali cosi come la diversificazione dei clienti a cui ci rivolgiamo: l’alta moda, l’arredamento e il packaging, l’Automotive e più recentemente il food».

All’interno di Decatex una particolare divisione è chiamata DDesign. Che cos’è?
«È il nostro centro stile dove elaboriamo idee e sperimentiamo tendenze da proporre ai clienti.  Un anno abbiamo proposto, per esempio, l’etichetta personalizzabile e pitturabile (ColorMe)  oppure l’innovativa etichetta graffiata per il jeans stone-washed. Consideri che gli stilisti sono sempre alla ricerca di idee nuove e DDesign è supporto all’innovazione».

È difficile seguire le esigenze di clienti così importanti?
«I clienti sono molto esigenti e i ritmi da seguire sono spesso estenuanti. Consideri che i top brand lanciano in media sei collezioni all’anno e per ognuna vi sono esigenze diverse».

Ma avete concorrenti?
«Tutti hanno concorrenti, è il mercato, ma le imprese manifatturiere con il nostro livello di integrazione sono poche. È un lavoro relativamente facile da “terziarizzare”, perdendo però il controllo sugli standard di qualità e il risultato delude le aspettative. Per ottenere il massimo eseguiamo anche 15/20 prove prima di arrivare al prodotto perfetto. È un lavoro impegnativo ma per noi è un MUST!».

Mi parli della tecnologica presente in Decatex. Una piccola impresa può innovare?
«Certamente. Come ho accennato, la costante innovazione dei processi è il primo passo fondamentale. Innovare per noi è trasversale, non solo sul prodotto, non solo sul processo, è un’innovazione integrata che abbraccia l’intera nostra filiera creativa. Le nuove tecnologie ci consentono di ottimizzare i materiali, realizzare nuovi visual e abbattere i costi. Decatex è anche Green. Il recente impianto fotovoltaico e gli investimenti in efficientamento energetico ci hanno permesso di ridurre al minimo le nostre emissioni».

Decatex, una questione di stile

Il tessile, questo il motivo del nostro viaggio nelle imprese del settore, era un comparto estremamente vitale per la provincia di Varese. Oggi può ancora esserlo? Ha delle proposte per rilanciarlo?
«Siamo molto legati al territorio e al nostro tessuto imprenditoriale che ha sofferto il processo di industrializzazione dell’abbigliamento, ma allo stesso tempo siamo fieri di appartenere a questo comparto. Secondo noi il Made in Italy è un mix unico al mondo di design ed estetica, per tutelarlo dobbiamo approvare in tempi rapidi la legge sulla tracciabilità e dare alle imprese maggiori garanzie per lavorare meglio e soprattutto essere più competitivi con un mercato che non è più locale ma globale».

LO SPECIALE IMPRESA DELLE MERAVIGLIE

————————–

Decatex S.r.l
Via P.Togliatti 5
21050, Cairate (VA)
tel. 0331 310930
fax. 0331 310484
www.decatex.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Decatex, una questione di stile 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.