Farmacie, arriva il “pediatra on line”

Le farmacie mettono in rete l'informazione scientifica sulle patologie di neonati e bambini

pediatra visita neonato
pediatra visita neonato

Come primo presidio sanitario sul territorio, la farmacia è anche centro d’ascolto e di informazione. “Lo Sai Mamma?” è uno spazio informativo on line che risponde alle domande delle mamme e delle famiglie su disturbi e malattie di neonati e bambini. Già sperimentato in Lombardia dalle farmacie sul territorio, dai pediatri di Acp e dell’Istituto Mario Negri ora “Lo Sai Mamma?” sarà presto disponibile anche sul sito nazionale di Federfarma e sarà presentato all’imminente “Cosmofarma”, la fiera internazionale della farmacia (a Bologna, 15/17 aprile).

Per l’occasione, “Lo Sai Mamma?” è stato completamente rinnovato, con l’aggiunta di nuove schede informative, e presentato oggi alla stampa.

Il servizio on line è stato realizzato da Federfarma Milano grazie al contributo scientifico dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e dell’Associazione Culturale Pediatri (Acp). 54 schede aggiornate illustrano con parole semplici le principali patologie del bambino: dermatiti, allergie, psoriasi, malattie infettive, infezioni respiratorie, congiuntivite, punture di insetto, celiachia, stipsi, laringospasmo, ed altro ancora.

Sono schede semplici e di facile lettura, ma di alto valore scientifico che rispondono ad un primo bisogno d’informazione delle famiglie – ha spiegato Annarosa Racca, Presidente di Federfarma – un ulteriore servizio che le farmacie italiane mettono a disposizione dei cittadini. La professionalità e la presenza sul territorio delle farmacie unita alla scientificità di uno dei maggiori centri di ricerca italiani e all’Associazione culturale pediatri per dare alle mamme uno strumento di pratico accesso e utilizzo”.

Un secondo obiettivo, non meno importante, di “Lo Sai Mamma?” è quello di contrastare la crescente disinformazione presente sul web. Le schede di “Lo Sai Mamma?”, sono rigorosamente scientifiche, validate e sicure perché elaborate da autorevoli professionisti sanitari, una garanzia per tutti coloro che desiderano utilizzarle.

“Il progetto Lo Sai Mamma? si è caratterizzato per la modalità collaborativa con il coinvolgimento di differenti esperienze e competenze (anche quelle genitoriali) – ha riferito Antonio Clavenna, ricercatore del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri – e per la valutazione formale da parte di un gruppo di lettura composto da mamme, fatto non usuale nella redazione di materiali informativi. Riteniamo, infatti, come Laboratorio, e come Istituto Mario Negri, che la partecipazione attiva dei cittadini/utenti sia parte essenziale dell’attività in-formativa”.

“Tra le finalità del Laboratorio per la Salute Materno-Infantile dell’Istituto “Mario Negri” figura da sempre l’informazione – ha concluso Clavenna – finalizzata al miglioramento del benessere complessivo della mamma e del bambino, dalla nascita e durante la crescita e lo sviluppo: una informazione capillare, basata sulle evidenze e indipendente”.

Anche la Associazione Culturale Pediatri ha ribadito l’importanza della collaborazione nella redazione delle schede, come ha ricordato Federica Zanetto, Pediatra e Presidente Acp:

L’Associazione Culturale Pediatri ha da subito creduto e volentieri collaborato a un progetto di informazione efficace, essenziale e di qualità, in cui il materiale è stato prodotto sulla base delle evidenze disponibili e condiviso da competenze diverse. Significativa è stata anche la sua ‘validazione’ da parte di un gruppo di mamme, rispetto a comprensibilità e fruibilità”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.