“Fate entrare la musica nella vostra vita”

Qual è il successo di AroundMusic, la scuola di musica del paese che conta già più di ottanta allievi? Lo rivelano i suoi fondatori

Basso Verbano varie
aroundmusic taino

Che la passione possa far fare grandi cose è risaputo. E quando alla passione, in questo caso per la musica, si unisce il sentimento, in questo caso l’amore, i risultati sono sorprendenti. Non c’è da meravigliarsi dunque se intorno alla scuola di musica di un piccolo comune come Taino, si siano radunate così tante persone.

AroundMusic, per il momento si trova al primo piano di una casa, nel cuore del paese e conta oggi circa ottanta iscritti, di tutte le età e provenienti da molti comuni del circondario. A fondarla sono stati Lucia Magolati e Fabio Trimarco, musicisti professionisti (leggi le loro bio), compagni di lavoro e coppia, marito e moglie, nella vita privata. Una vita, che come loro stessi raccontano: «È votata alla musica – afferma Lucia -. E quello che cerchiamo di insegnare ai nostri allievi è proprio la bellezza di questo mondo. Da noi i bambini, i ragazzi e gli adulti che vogliono imparare a suonare uno strumento possono farlo con la massima serietà. Hanno a disposizione insegnanti professionisti e possono entrare in contatto con esperienze che solo chi vive per la musica può offrire».

Ai genitori che decidono di affidare ad AroundMusic la formazione musicale dei propri figli Lucia chiede solo una cosa: «Abbiate fiducia in loro. Impegno e volontà sono fondamentali e con lo studio e l’esercizio quotidiano i risultati arriveranno di certo, bisogna solo crederci. Come ogni scuola di musica che si rispetti, anche qui ci sono dei compiti e delle regole, sono necessari perché quando si fa parte di un’orchestra ragionare come gruppo diventa fondamentale. Ognuno deve capire l’importanza di essere pronto al momento giusto e di aiutare i più piccoli e chi ha bisogno. È un insegnamento che vale qui ma che è poi utile nella vita».

Basso Verbano varie
aroundmusic taino

E a proposito di insegnamenti trasversali «è ormai noto – racconta Lucia – ma alcune mamme ce l’hanno confermato, che studiare la musica è utile anche per superare alcune difficoltà scolastiche, quelli che oggi vengono definiti dislessie e disturbi dell’apprendimento. Innanzi tutto noi insegniamo un metodo, inoltre imparare a leggere le note e trasformarle in suoni è una modalità che può servire molto ai ragazzi, qui si impara poi a concentrarsi e a impegnarsi, lavorando passo dopo passo, per raggiungere un risultato».

Con Lucia Magolati e Fabio Trimarco c’è il maestro Federico De Lauro che prepara i ragazzi e li dirige nei concerti e negli eventi a cui la scuola partecipa come orchestra. Nata ad Angera e cresciuta a Taino questa realtà è anche un luogo dove si respira cultura e la migliore curiosità germoglia: può capitare dunque di partecipare a una gita per assistere alle prove dell‘Orchestra Arturo Toscanini di Parma e avere la possibilità di “intervistare” i musicisti che tanto si ammirano oppure, come accadrà a giugno, avere come direttore del concerto di fine corso un artista come Francesco Lanzillotta, uno dei direttori d’orchestra più promettenti del panorama nazionale.

Basso Verbano varie
aroundmusic taino

«Sono cresciuta con il mito di Fame e sogno di avere una scuola dove davvero si possa fare musica a 360 gradi, comprendendo quindi anche la danza» rivela Lucia. Un sogno che potrebbe realizzarsi molto presto: «Abbiamo partecipato al bando del comune di Taino per l’assegnazione dei locali dell’attuale stazione – spiega Fabio – e contiamo di essere tra le associazioni selezionate. Avere uno spazio più idoneo per la scuola potrebbe essere davvero determinante e ci potrebbe permettere di crescere e ampliare la nostra attività. È quello che ci auguriamo».

Per saperne di più su corsi e spettacoli

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.