Game over per la Uyba: crolla in casa e non arriva ai playoff

Le farfalle falliscono l'ultimo esame: Piacenza passa 0-3 a Busto. La stagione finisce qui: per la prima volta dal ritorno in A1 le biancorosse non accedono alla fase che assegna lo scudetto

sconfitta uyba pallavolo busto piacenza
Foto sparse di Futura Volley Uyba stagione 2015-16

Finisce qui e finisce male l’avventura della Unendo Yamamay nel campionato di pallavolo 2015-16. Hagglund e compagne perdono con uno 0-3 (19-25, 23-25, 18-25) che sa di amaro contro la Nordmeccanica Piacenza e lasciano la qualificazione playoff alla Metalleghe Sanitars Montichiari, con le bresciane in attesa sul divano di casa (osservavano il turno di riposo) del risultato di viale Gabardi.

Galleria fotografica

Unendo Yamamay - Nordmeccanica Piacenza 0-3 4 di 20

Termina così in largo anticipo una stagione con troppe ombre per una squadra che non ha mai saputo imporsi e che è sembrata spesso inadeguata al livello della parte alta della classifica. Nella sfida contro Piacenza le biancorosse – che avevano bisogno di vincere, anche al tie-break – ci hanno provato ma le avversarie hanno preso in mano da subito le redini del gioco e in meno di un’ora e mezza hanno liquidato le padrone di casa. E così, per la prima volta dal ritorno in A1 (2007/08), Busto Arsizio resta fuori dai playoff scudetto, risultato storico ma purtroppo in senso negativo.

Anche questa volta la top scorer per le biancorosse è la solita Lowe, che chiude con 19 punti, 32 palloni attaccati e una percentuale offensiva del 50%, segue Degradi (8 punti, 2 ace). Invisibile Pisani che segna solo un muro punto, spesso sembra troppo nervosa e viene chiamata pochissimo in causa dalla regista Hagglund. Dall’altra parte del campo top scorer è Sorokaite con 17 punti (di cui 3 ace, 1 muro), seguita da Belien (11) e dalla ex capitana biancorossa Francesca Marcon (10 punti), sempre molto efficace anche in fase difensiva (per lei 86% di ricezioni positive). Poco gioco a muro per entrambe le formazioni e ancora tanti errori in battuta.

Piacenza è così riuscita a riscattarsi dopo un periodo di sconfitte, mentre la UYBA ha sprecato tanto e per la prima volta nella sua storia si trova fuori dai giochi, con un progetto che ha puntato sulle giovani (e proprio per questo, terminata l’era Parisi, la società aveva puntato su Mencarelli) ma che non si è dimostrato vincente. Per la Futura Volley adesso ci sarà (tanto) tempo per pensare alla prossima stagione, mentre al Palayamamay si spengono le luci e si dà l’arrivederci all’anno prossimo, con l’amaro in bocca.

LA PARTITA – Mencarelli schiera in campo capitan Hagglund in regia, Lowe opposto, Degradi e Rousseaux in attacco, Pisani e Fondriest al centro; il libero è Celeste Poma.
Il primo set si apre con un ace di Bianchini, che accende subito la sfida tra le due formazioni e Piacenza scappa sull’1-4. Le padrone di casa recuperano subito lo svantaggio (4-4) ma le ragazze di coach Gaspari aumentano il ritmo vanno al time out tecnico in vantaggio sull’8-12. Al rientro in campo la situazione non cambia e la Nordmeccanica continua a condurre il match per 9-15. Le farfalle ce la mettono tutta ma non trovano gli spazi e Bauer e compagne corrono a +9 (11-20). Mencarelli schiera in campo Negretti su Fondriest in battuta e Papa su Degradi ma non basta: tocca a Belien l’onore di chiudere 19-25 un set in cui Busto è solo riuscita a ridurre il distacco nel finale.

Il secondo parziale di apre con il vantaggio delle emiliane per 2-6. Hagglund e compagne però, sfruttando anche un momento di blackout delle avversarie si riportano a -1 (8-9), poi pasticciano e si va al time out tecnico sull’8-12. Sull’11-15 Mencarelli rimette in campo Degradi su Papa per rinforzare la difesa. Le due squadra in campo si danno battaglia e danno vita a un bello spettacolo di pallavolo nel quale però le emiliane mantengono la testa (16-20). Sul 19-23 coach Mencarelli decide di fermare il gioco per dare qualche indicazione tattica alle sue ragazze e provare a spezzare la serie positiva delle ospiti. Le ragazze di Gaspari in effetti sprecano almeno due set point e le farfalle ne approfittano per portarsi sul 23-24 ma l’errore in attacco di Rousseaux (palla fuori) regala il set alle avversarie (23-25).

IL FINALE - Il terzo parziale (che sarà anche l’ultimo) si apre stavolta in equilibrio (4-5) e la sfida si dimostra da subito ancora più accesa. Busto però subisce presto un break pesante e sul 5-10 Mencarelli deve fermare il gioco per riportare ordine tra le sue e al rientro in campo prova a cambiare la regia inerendo Cialfi su Hagglund, per poi ritornare alla palleggiatrice americana sul 9-13. Sull’11-16 time out chiamato dalla panchina di Busto ma l’emorragia pare inarrestabile. La Nordmeccanica vola sul 14-22 e anche se le farfalle non smettono di combattere, il set e la partita si chiudono con la netta vittoria di Piacenza, 18-25. Sipario e luci che si spengono in quel di Busto.

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Nordmeccanica Piacenza 0-3 (19-25, 23-25, 18-25)

Busto Arsizio: Rousseaux 5, Degradi 8, Cialfi, Negretti 1, Fondriest 5, Hagglund 1, Thibeault 4, Papa 2, Lowe 19, Angelina ne, Yilmaz ne, Pisani 3, Poma (L). All. Mencarelli.
Piacenza: Sorokaite 17, Valeriano ne, Belien 11, Bauer 8, Leonardi (L), Marcon 10, Bianchini 6, Melandri ne, Poggi (L2) ne, Petrucci ne, Pascucci 3, Meijners ne, Taborelli ne, Ognjenovic 3. All. Gaspari.
Arbitri: Tanasi – Zavater
Note. Busto: battute sbagliate 9, ace 6, muri 3. Piacenza: battute sbagliate 9, ace 5, muri 7. Durata set: 28’ 28’ 24’. Spettatori 4289.

di
Pubblicato il 03 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Unendo Yamamay - Nordmeccanica Piacenza 0-3 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.