Gli artigiani arrivano in via Tortona per il Fuorisalone

La Confederazione Nazionale Artigiani sarà presente al Fuorisalone con un ricco programma di eventi ed appuntamenti in via Tortona

Avarie
Foto varie

La location è prestigiosa: Opificio 31, in Via Tortona 31, nel Distretto milanese di riferimento della Milano Design Week. Il protagonista sarà il materiale e la sua lavorazione, detto in altre parole l’eccellenza dell’artigianato.

Non è infatti un caso che il logo della manifestazione che porterà CNA al Fuorisalone è un’ape, l’animale laborioso per eccellenza, simbolo di operosità, qualità e creatività. E’ proprio all’alveare che si ispira il concept del progetto, un percorso espositivo che accompagna il visitatore all’interno di sei isole, sei diverse ambientazioni che raccontano il patrimonio dell’artigianalità italiana in grado di guardare al futuro con ricerca ed innovazione.

Il progetto di allestimento parte proprio da questa analisi e per rappresentare il mondo del design si è voluto immaginare una foresta tropicale, una giungla un po’ fantastica e ricca di fiori colorati in cui è possibile, per le aziende, scoprire nuove opportunità e collocarsi nel mercato. La foresta tropicale immaginaria, realizzata da Atelier Descartes, è attorniata da isole esagonali che, come le celle di un alveare, costituiscono le aree espositive in cui si possono visionare i prodotti delle aziende. Il simbolo dell’ape operaia è il simbolo del progetto. L’ape che impollina i fiori e che è l’emblema così del rifiorire di un’economia basata sul lavoro, sul saper fare e su di una tradizione tipicamente italiana che è abituata al confronto e al sapersi reinventare per scoprire nuovi orizzonti. Una collettiva di aziende provenienti da tutta Italia, nei diversi settori di riferimento, comporranno lo spazio espositivo con suggestioni artistiche e scenografiche.

Mobili e complementi d’arredo personalizzabili per forme e colori in cui i materiali classici e naturali dei laboratori artigiani si mescolano a pezzi e trattamenti moderni. Oggetti di design funzionali e pratici ma che assomigliano più a opere d’arte da esporre che ad arredi. Ceramiche lavorate con le tecniche antiche ma rivisitate secondo un gusto più contemporaneo, maioliche, vetroresina, vetro e cristallo per lampade sontuose fino a materiali innovativi come il corian Dupont, igienico, atossico e con giunture invisibili. Senza dimenticare i metalli verniciati o le stoffe per fodere di cuscini e runner. Oggetti per il vivere quotidiano realizzati con materiali riciclati e certificati, ecosostenibili nel rispetto di uno stile di vita creativo ma responsabile.

Special guest dell’evento sarà il design lettone: L’Agenzia per gli Investimenti e lo sviluppo della Lettonia (LIAA) organizza l’esposizione collettiva di prodotti del design lettone che mostreranno le eccellenze di un paese dalle grandi tradizioni e dalle grandi potenzialità. Senso estetico, praticità e minimalismo sono i punti di forza in uno stile che ben si sposa con il gusto contemporaneo italiano e internazionale.

In tutto 25 aziende italiane e una rappresentanza internazionale con la collettiva lettone e un’impresa polacca. Il calendario di questi giorni sarà molto denso. Con un’apertura speciale alla stampa l’11 aprile alle ore 15:00 e un susseguirsi di proposte davvero interessanti. A partire dall’evento di brokeraggio tra imprese per trovare nuovi partner e soluzioni innovative che avrà come focus: design, arredamento, tessile casa, decorazioni e complementi d’arredo, materiali e che vedrà protagoniste aziende italiane e straniere (già più di 100 le imprese iscritte). Promotore ed organizzatore è l’Enterprise Europe Network una delle più grandi reti del mondo finanziata dalla Commissione Europea per aiutare le piccole e medie imprese a migliorare la loro competitività e misurarsi su scala internazionale.

Infatti il 13 e 14 aprile tra le 10:30 e le 19:00, all’interno della location, saranno realizzati incontri B2B gratuiti tra le imprese del nostro territorio e quelle estere con lo scopo di favorire la cooperazione internazionale e, per chi fosse interessato, sarà disponibile una guida sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale del design in Cina. Il link per iscriversi gratuitamente agli appuntamenti e conoscere le aziende partecipanti lo trovate cliccando qui (le iscrizioni chiudono il 9 aprile 2016).

l 13 aprile poi alle 18:30 l’Opening sarà su invito, una sorta di “Networking Cocktail” a cui presenzieranno Cna Nazionale, Cna Lombardia e Cna Milano Monza e Brianza, l’ambasciatore di Lettonia e un rappresentante della rete Simpler (partner di EEN) per raccontare il progetto del Fuorisalone, mentre l’assessore Cristina Tajani passerà per un saluto. Il 15 aprile dalle 11:00 alle 12:00 “Fare è il miglior modo per dire” – (cit. José Martì) Incontro con l’artista Elio Garis e Maurizio Bonansea sull’arte del saper fare e saper fare con arte.

Sempre il 15 aprile, dalle 17:00 alle 19.00 invece sarà la volta di WeMake con la presentazione di AnoterShoe delle due designer Sophia Guggenberger e Eugenia Morpurgo. Un modello alternativo per produrre calzature – con la fabbricazione digitale “on demand” – e una nuova filosofia di vita. Perché grazie all’uso di tecnologie di prototipazione rapida, che si possono trovare in un fablab, e a metodi di assemblaggio semplificati, scopriremo che è possibile realizzare scarpe in modo economico, semplice e modulare. Una scarpa riproducibile e personalizzabile, grazie all’utilizzo di una macchina per il taglio laser, componibile a mano, senza colla e cuciture, e tenuta insieme da un laccio che scorre attraverso dei fori presenti nei vari componenti.

In chiusura, il 16 aprile alle ore 19:00 ci sarà Claudia Zanfi con Green Island che presenterà una proposta di biodiversità urbana davvero interessante per Milano e un progetto di apicoltura in città, lanciato durante il Salone dello scorso anno con la creazione dell’apiario d’artista negli Orti di Via Padova.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.