“Gli Stati Generali di Uboldo sono qualcosa di molto bello”

La risposta del sindaco Lorenzo Guzzetti alle critiche dell'opposizione sulla partecipazione agli incontri tematici organizzati dall'amministrazione comunale

141tour Uboldo: le persone
Il sindaco di Uboldo, Lorenzo Guzzetti

«Gli Stati Generali di Uboldo sono qualcosa di molto bello». Il sindaco Lorenzo Guzzetti risponde così alle critiche delle liste Per Uboldo e Uboldo Civica che nei giorni scorsi hanno parlato di flop per gli incontri organizzati dall’amministrazione comunale sui diversi settori economici e di associazionismo del paese. Il primo cittadino rilancia così il prossimo appuntamento: «Martedì 10 maggio sarà il tempo di incontrarci con tutti coloro che si occupano in particolar modo di sport e tempo libero a Uboldo nell’ambito degli Stati Generali».

E spiega: «In questi giorni sia Sandrino che Uboldo Civica hanno espresso la loro opinione sullo strumento “Stati Generali” parlando di flop riprendendo le parole mie e di Matteo proprio sull’ultimo appuntamento con a tema l’ambiente. Ci fanno la morale dimenticando che quella riflessione era circoscritta a quell’appuntamento nel quale, effettivamente, sono io per primo rimasto molto basito di vedere delle assenze eccellenti. Le assenze di chi non perde mai occasione di farsi paladino di boschi, ecologia, ambiente sui social e in ogni dove ma manca agli appuntamenti con chi amministra questo paese».

«Le assenze di chi opera dentro a questo mondo e che dovrebbe sempre ricordarsi di vivere dentro a una comunità – aggiunge -. Dentro a Uboldo ci sono tante realtà, tanti talenti, tanti valori. Ma dentro a Uboldo si pensa sempre troppo spesso al proprio orto, al proprio giardino, reputandosi sempre di essere dalla parte giusta senza mai sedersi al confronto. Sinceramente quello che porto a casa da questa esperienza di Stati Generali è qualcosa di molto bello: con i commercianti, per esempio, il confronto ha chiarito alcune cose in sospeso e ha dato modo di ragionare al futuro in maniera diversa. L’urbanistica ha fatto iniziare a ragionare sull’Uboldo che verrà. I Servizi Sociali hanno aperto diverse riflessioni sia per noi che per chi c’è dall’altra parte».

«La serata dello sport sarà un bel momento di provocazione per tutti – conclude Guzzetti -. Il nostro compito e il nostro dovere in qualche modo è quello di provare a provocare la partecipazione. Ma noi non facciamo le mamme e i papà di nessuno. Noi non cerchiamo il facile consenso dando ragione a tutti e a nessuno. E’ vero: questa Amministrazione alla fine decide. Fa sintesi. Prende delle direzioni. Fa delle scelte. Non cerchiamo il consenso facile»

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.