Il riscatto dopo il baratro: storie di vita raccontate agli studenti

Mercoledì 6 aprile, gli studenti degli istituti Fiorini e del liceo Pantani ascolteranno la testimonianza di un ex carcerato ospite della comunità Exodus

studenti olga fiorini liceo marco pantani busto arsizio palayamamay 16-3-2009

Sarà la testimonianza di chi è uscito dal tunnel della tossicodipendenza e della criminalità quella che ascolteranno, nella mattinata di mercoledì 6 aprile, gli studenti degli istituti superiori “Olga Fiorini” e del liceo “Marco Pantani”, da sempre in prima linea sul fronte della prevenzione

L’incontro, che coinvolgerà gli alunni delle classi prime, seconde e terze, è in programma dalle 9 alle 11 al Palayamamay, dove interverrà Simone Tavola, affidato ai servizi sociali della comunità Exodus di don Antonio Mazzi. La sua è la storia di un ex carcerato che ha saputo risollevarsi dopo aver davvero toccato il fondo, precipitando nel baratro della droga e dello spaccio, fino ad ammalarsi gravemente a causa di un’overdose di cocaina: una grande tenacia gli aveva quindi permesso di riprendersi, ma una rapina l’ha poi portato dietro le sbarre. Riuscito a riscattarsi, sfruttando le possibilità di lavoro offerte ai detenuti, è oggi un professionista che tante aziende vorrebbero avere.

Tavola sarà accompagnato da don Antonio Loi, cappellano nell’istituto penitenziario di Opera per i carcerati sottoposti al duro regime di detenzione previsto dal 41-bis: il sacerdote è stato testimone della rinascita, proprio dentro una cella, di tante vite che sembravano perdute.

L’iniziativa è organizzata da Laura Iannazzo, psicologa degli istituti Fiorini-Pantani, dov’è a disposizione degli studenti attraverso un apposito sportello d’ascolto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.