Il sindaco di Angera: “Sollevati dalla notizia della liberazione di Del Torchio”

II commento del sindaco di Angera Alessandro Paladini Molgora dopo aver ricevuto la notizia della liberazione del concittadino Rolando Del Torchio

«Siamo sollevati, è proprio una bella notizia». Commenta così il sindaco di Angera Alessandro Paladini Molgora, una volta ricevuta la notizia della liberazione del concittadino Rolando Del Torchio, ex missionario ed ora ristoratore nelle Filippine.

«Eravamo in attesa di buone notizie – continua il primo cittadino -. C’era ansia di conoscere novità, la famiglia è sempre stata in contatto con la Farnesina, ma le autorità ha sempre chiesto pazienza e di aspettare, anche se c’era una fiducia di fondo. Siamo felicissimi, è una notizia che solleva la famiglia, soprattutto l’anziana madre che soffriva molto in questa situazione. Tutta la comunità è contenta». Angera Nella foto il sindaco di Angera Molgora con la madre di Rolando Del Torchio

Per la mamma di Del Torchio è un regalo doppio visto che domani, sabato 9 aprile, compie gli anni. I famigliari di Del Torchio per il momento vorrebbero mantenere un profilo basso, pur dicendosi naturalmente contenti e sollevati.

Il fratello Giandomenico su Facebook commenta felice: «Ringraziamo molto chi ci ha manifestato solidarietà…quello che noi sappiamo al momento è che l’unità di crisi della Farnesina ha seguito la vicenda da subito. Siamo in attesa di altri aggiornamenti: per ora non sappiamo nulla se non che è in ospedale di Zamboanga per accertamenti. Quando rientrerà sono sicuro che potrà raccontare la sua vicenda».

Il sindaco Molgora, per manifestare la felicità della comunità angerese, ha promesso che illuminerà il Municipio con le luci verde, bianco e rossa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.