IncontraLavoro: le Acli “si mettono in mezzo” per aiutare l’occupazione

E' stato presentato il progetto "Incontra Lavoro", sportello di intermediazione del lavoro gestito da Acli Varese, con Patronato Acli ed Enaip

Personaggi generiche
Presentazione acli informa lavoro

E’ stato presentato, nella sede provinciale di Acli Varese, il progetto “Incontra Lavoro“, sportello di intermediazione del lavoro gestito da Acli Varese, con Patronato Acli ed Enaip.

Il servizio, che partirà concretamente il 2 maggio, è rivolto a chi vuole entrare nel mondo del lavoro, a chi ha già un lavoro ma qualcosa non è chiaro, a chi è alla ricerca di un nuovo lavoro e a chi ha la possibilità di offrire un nuovo lavoro. Funzionerà on line e attraverso sportelli, che per ora sono 6: a Varese, Angera, Castelveccana, Cassano Magnago, Gallarate, Saronno. «Sono i luoghi dove abbiamo raccolto disponibilità di volontari, che hanno preso l’impegno di tenere aperti gli sportelli» spiega il presidente Provinciale di Acli Filippo Pinzone «Per poterne tenere aperti altri, altri volontari sono benvenuti».

Agli sportelli incontraLavoro le persone riceveranno «Accoglienza, formazione e la preparazione del Curriculum vitae – spiega Lucio Gallotti, responsabile del progetto – il che significa non solo rendere un servizio contingente, ma profilare la persona nella banca dati che abbiamo predisposto nel nostro portale».

Il portale, realizzato da Altamira recruiting software, sarà di utilità alle aziende, che potranno usufruire della banca dati online sia per la ricerca di posizioni sia per l’offerta di posizioni, che le aziende possono caricare direttamente. «Speriamo sia molto sfruttato, è un servizio moderno, che ci porta al pari delle altre agenzie – spiega Gallotti – anche se questo è un servizio aggiuntivo, non alternativo, pensato per chi bussa alle porte di Acli alla ricerca di un lavoro».

«Come Enaip abbiamo l’accreditamento ai servizi al lavoro, con piu sedi accreditate di servizi al lavoro in provincia- spiega Rina Sartorelli, direttore Enaip Busto – Abbiamo aderito a questo servizio ed è per noi un passo in più rispetto a quello che già possiamo dare come ente accreditato».

Il sistema Enaip è già in contatto con aziende, per il rapporto tra scuola e lavoro che è tradizionale con le loro scuole di formazione: «Già i ragazzi provenienti dalle nostre scuole, accedono spesso direttamente attraverso di noi al tirocinio. Per questo possiamo fare, come abbiamo già fatto, anche un importante lavoro di scouting con le aziende del territorio».

Il portale, raggiungibile dal sito di Acli Varese, mostrerà le posizioni aperte e dove sarà possibile cercare un annuncio di lavoro o un corso di formazione, candidarsi per un lavoro o per un corso, o caricare il proprio curriculum. «E’ possibile quindi operare on line: gli sportelli servono per chi non riesce o non vuole procedere via internet».

Un progetto dove il patronato Acli ha un ruolo centrale, come agenzia accreditata per l’intermediazione del lavoro: «Il patronato era conosciuto per “fare le pensioni” – spiega Marco Montalbetti, direttore del Patronato Acli – ora le forme di assistenza al lavoro trattate dal patronato sono moltissime, dalla disoccupazione alla intermediazione».

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.