La festa di San Giuseppe pronta a ripartire

Parte nel weekend la tradizionale festa patronale di San Giuseppe con una ricetta che quest'anno ricorderà don Lolo. Obiettivo: acquistare un pulmino per il quartiere

festa san giuseppe

Si inizia venerdì 22 aprile e poi si continua, giorno dopo giorno, fino all’8 maggio. E’ la festa patronale di San Giuseppe, uno degli appuntamenti più attesi nella primavera bustocca.

La location è sempre quella, il parco di viale Stelvio, e la ricetta quella consolidata (e vincente): ristorante, animazione per grandi e piccini, mercatini, stand per associazioni, lotteria. «Quest’anno le novità non mancheranno, a partire dal ricordo di Don Isidoro a 25 anni dalla sua morte» spiega Mario Cislaghi, assessore ai servizi sociali della città ma questa volta in veste di coordinatore dei 50 volontari della festa. Cambi previsti anche nel calendario di attività con l’arrivo della festa con artisti di strada che animerà il quartiere il 25 aprile e il primo grande concerto della storia della festa previsto il 30 aprile con gli Effetto Liga. Il 1 maggio, invece, tornerà l’atteso mercatino sul viale Stelvio

Ma la novità, quest’anno, riguarderà anche la destinazione del ricavato della patronale. «Abbiamo deciso quest’anno di investire quanto riusciremo a guadagnare -continua Cislaghi- per acquistare un pulmino che sarà a servizio dell’oratorio e del quartiere intero».

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.