“La Lega alle primarie ha preferito accordi di vertice”

Roberto Borgo Gallarate
Presentazione Roberto Borgo

Le primarie? Si potevano fare anche a Gallarate, se la Lega non avesse avuto paura dello strumento e non avesse preferito accordi al vertice, anziché la libera espressione dei cittadini. Progetto Comune, la lista civica con candidato sindaco Roberto Borgo, si esprime sul risultato delle primarie del centrodestra a Busto Arsizio, che hanno visto la vittoria di Emanuele Antonelli, sottolineando la straordinaria partecipazione registrata da parte dei cittadini, un dato che ha stupito tutti. «Le primarie bustocche – affermano – sono state la dimostrazione che un confronto reale e ricco di contenuti tra diverse ipotesi di scelta è apprezzato anche dalla gente di centrodestra, area che oggi punta a far sentire la propria voce a prescindere delle scelte, pur legittime, delle segreterie dei partiti».

Progetto Comune sottolinea, inoltre, l’esito sorprendente delle primarie, dal momento che Matteo Salvini, l’unico leader politico nazionale ad essersi espresso in merito, a favore della candidata Paola Reguzzoni, ha dovuto prendere atto della prevalenza di un’opinione politica differente da quella sostenuta. Ed è su questo che Progetto Comune, da lista nell’area del centrodestra, attacca il centrodestra raccolto intorno a Cassani: «Ci rincresce rimarcare – continuano – che a Gallarate, invece, si sia rinunciato alla possibilità delle primarie per la volontà di alcuni che alla possibilità di un confronto con gli elettori hanno preferito un accordo di vertice. Forse per timore di perderle?» questo il pensiero di Progetto Comune.

«E in questo la responsabilità maggiore è da attribuire alla stessa Lega che ha voluto imporre la sua scelta alla quale noi di Progetto Comune, scegliendo di sostenere come candidato sindaco Roberto Borgo, non abbiamo voluto aggregarci», affermano.

Le conseguenze? «Se in città a fronteggiare l’uscente e assai deludente amministrazione del centrosinistra di Guenzani ci saranno due candidati di centrodestra dal profilo diverso, con le conseguenze del caso, questa non sarà un’accusa che potrà esserci rivolta». «Anzi – continuano – siamo certi che gli elettori tutti, sia da destra sia da sinistra, sapranno premiare la nostra scelta convinta di candidare Roberto Borgo, uomo con valida esperienza amministrativa senza macchia e non già di mero uomo di partito e politico di professione».

Progetto Comune rivendica l’idea di una consulta per la famiglia, che era stata dichiarata nel corso della prima presentazione e che è stata poi ripresa anche da Cassani nella sua, di presentazione: «Una nostra proposta programmatica di cui, in questi tempi di difficoltà socio-economica, si avverte un sincero bisogno per aiutare concretamente situazioni di disagio».

di
Pubblicato il 05 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.