La schiuma nell’Olona “compie” due settimane

La schiuma scorre da due settimane senza sosta lungo l'Olona. E dei risultati del sopralluogo di Arpa ancora nessuna traccia

olona schiuma

Non è certo la prima volta che la schiuma ricopre l’Olona, ma difficilmente si ricorda uno sversamento così duraturo. Sono ormai due settimane infatti che la schiuma scorre nel fiume, accompagnata da un inconfondibile odore di fogna.

Due settimane in cui nulla sembra cambiato e durante le quali, notte e giorno, dopo i salti del fiume si è crea la lunga scia di bollicine bianche. Una situazione incredibile che con tutta probabilità accompagnerà anche i molti che nel lungo ponte del 25 aprile decideranno di fare qualche camminata lungo la pista che corre in valle.

E nel frattempo è ancora mistero sul risultato del sopralluogo di Arpa di una settimana fa. Venerdì scorso, infatti, dopo una segnalazione di un cittadino i tecnici dell’agenzia sono intervenuti ma ad oggi i risultati di quell’ispezione ancora non si conoscono. Una relazione era stata annunciata per i giorni scorsi ma, al momento, pare non sia ancora stata diffusa. E così cosa c’è nell’acqua marrone che è uscita dallo scarico dell’area industriale della ex Sir di Solbiate Olona ancora nessuno lo sa.

Sicuro però è che non sarebbe quello scarico il solo responsabile dell’inquinamento del fiume. La schiuma è infatti presente anche a nord di quel tubo, segno del fatto di una situazione decisamente più grave per l’Olona. Ed è infatti anche per questo che sabato mattina l’Assemblea Popolare No Elcon ha convocato una manifestazione davanti alla sede di Arpa ad Olgiate Olona. Un appuntamento durante il quale si protesterà per le deroghe concesse a diverse aziende lungo il corso del fiume con particolare riferimento al caso della Perstop.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.