“La sicurezza delle scuole al centro dell’agenda politica del Governo”

La deputata del Partito Democratico, Maria Chiara Gadda, commenta così il decreto "sbloccascuole" che esclude dalla parità di bilancio le spese per opere edilizie

maria chiara gadda gianluca castiglioni
elezioni partici etc a busto arsizio

«Andranno a 3506 progetti presentati da 1508 enti locali i 480 milioni di euro di spazi finanziari liberati dai vincoli del pareggio di bilancio per l’edilizia scolastica. Questo conferma l’attenzione del Governo nei confronti delle nostre scuole, che devono essere luoghi belli e sicuri per i nostri ragazzi e per gli insegnanti». Lo sostiene la deputata del Partito Democratico, Maria Chiara Gadda, commentando la firma del decreto da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi.

«Termina, con questa firma, l’iter avviato il 2 febbraio con l’operazione #Sbloccascuole che aveva coinvolto i Sindaci di tutta Italia, invitati a segnalare entro il 30 marzo scorso, i progetti finanziabili con risorse a valere sugli avanzi d’amministrazione e sul ricorso al debito» spiega Gadda.

«Questo è solo l’ultimo tassello di una strategia più ampia di rilancio degli investimenti. Per il Governo è prioritario sbloccare le opere che sono utili al Paese, a partire dagli investimenti nei territori che per troppi anni sono rimasti bloccati a causa dei vincoli posti dal patto di stabilità, che è stato superato con la legge di stabilità 2016».

«Anche nel caso di questi 480 milioni, le risorse serviranno a migliorare e mettere in sicurezza tante strutture scolastiche, valorizzare i progetti messi in campo da molti Comuni e contribuiranno a dare ossigeno alle piccole medie imprese del settore edile, che molto ha sofferto durante questa crisi economica, in termini di minor fatturato e posti di lavoro andati perduti.» ricorda la deputata Dem.

Molte le voci che riguardano il nostro territorio per un importo complessivo superiore a 8 milioni e settecentomila euro. Beneficiano di questo intervento quarantacinque Comuni della Provincia di Varese e anche l’ente provinciale stesso.

A livello nazionale sono state dichiarate ammissibili 3.506 istanze, di cui 280 hanno ottenuto il 100% dello spazio finanziario richiesto: tra queste ultime anche i Comuni di Cassano Magnago, Jerago con Orago e Lozza.

«Ancora una volta al Governo va dato il merito di aver posto la sicurezza delle nostre scuole al centro dell’agenda politica. Dal 2014 ad oggi, grazie alle diverse iniziative governative sono stati aperti in tutto il territorio nazionale 3.766 cantieri, di cui 2.435 hanno già terminato i loro lavori. Decisamente – conclude Gadda – un cambio di direzione rispetto al passato»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.