Le celebrazioni del XXV Aprile

Fittissimo il programma. Passera: "Ricordo dei Caduti di tutte le Guerre dovere civile al quale un’Amministrazione pubblica non può venire meno"

Avarie

Lunedì 25 aprile 2016 si terranno le celebrazioni per il settantunesimo anniversario della Liberazione. Fittissimo il programma organizzato dall’Amministrazione comunale, che toccherà tutti e undici luoghi che ricordano il sacrificio di quanto provenivano dall’attuale Comune.

Alle ore 9 una delegazione partirà dal Municipio di Maccagno per portare un ricordo ai monumenti ai caduti di Pino (ore 9.15), Garabiolo (ore 9.45), Campagnano (ore 10), Maccagno superiore (ore 10.30) e inferiore (ore 10.45).

Alle ore 11.15 cittadinanza e scolaresche si daranno appuntamento in Largo Alpini, dove si svolgeranno alzabandiera, orazioni ufficiali e lettura di brani legati alla Resistenza. Per l’occasione, la Scuola musicale terrà un concerto.

Alle ore 15 nuovo ritrovo nel Parco del Municipio di Maccagno per la salita in Valveddasca.

L’appuntamento con i monumenti ai caduti è a Cadero (ore 15.20), Graglio (ore 15.40), Armio (ore 16), Lozzo (ore 16.20) e Biegno (ore 16.40). La cerimonia si concluderà al Sacrario della “Brigata Garibaldi” della Chiesa dedicata alla Madonna delle neve, al Passo della Forcora (ore 17). La manifestazione si terrà anche in caso di cattivo tempo.

«Il ricordo dei Caduti di tutte le Guerre – secondo il Sindaco Fabio Passera – è un dovere civile al quale un’Amministrazione pubblica non può venire meno. Lo dico proprio nel centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel Primo conflitto mondiale. Ma ricordare il 25 Aprile ha un significato, per me, ancora più importante. I valori nati dalla Resistenza e dalla Repubblica sono i pilastri sui quali si fonda il mio impegno civile e politico. Sarà una giornata faticosa, ma alla fine ne sarà valsa la pena. In giornate come queste, sono orgoglioso di rappresentare il mio Paese e il sacrificio delle migliaia delle giovani vite che diedero la vita per la nostra libertà».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.