Le iniziative di Castellanza per il 25 aprile

Due i momenti organizzati. Una mostra sulle donne in guerra a Villa Pomini e la deposizione delle corone di fiori davanti ai monumenti

festa della liberazione, 25 aprile

Da sabato 23 a lunedì 25 aprile Villa Pomini ospita l’evento culturale e artistico Donne in guerra organizzato dall’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza in occasione della Festa della Liberazione.

L’evento sarà articolato in differenti manifestazioni: una mostra di quadri ed opere digitali dell’artista Paola Maria Colombo, un’esposizione fotografica di Valentina Eleonora Colombo ed un convegno sabato 23 Aprile alle ore 15.30, Donne in guerra, a cui interverranno come relatori la dott.ssa Raffaella Ada Colombo Medico Psichiatra e Psicanalista Direttrice della Clinica Psichiatrica Cantonale Di Mendrisio, il dott. Cesare Bombelli Dirigente Medico S.C. Ostetricia Ginecologia del Presidio Ospedaliero di Rho, dott.ssa Sangrila De Vicentis Ginecologa e sessuologa presso il Presidio Ospedaliero di Rho e la sig.ra Rita Battistelli con la partecipazione dell’avvocato Laura Bordonaro per Eva Onlus.

Il tema dell’evento è quello della violenza sulle donne: con l’occasione delle celebrazioni per la Festa della Liberazione, si è voluto dar vita ad un momento di aggregazione che favorisse spunti di riflessione e di sensibilizzazione su un argomento importante e dibattuto.

Gli artisti che esporranno e le personalità che daranno vita al convegno tratteranno questo tema: la violenza fisica sulle donne e quella psicologica saranno gli argomenti al centro di questo evento, in una riflessione che va oltre gli aspetti più evidenti del problema, ma si spinge ad indagare anche sulla guerra che ogni giorno le donne vivono nella loro interiorità.

Sottolineare i conflitti è un modo per vincerli e superarli per trasformare un trauma in un’opportunità di crescita positiva. Molti gli spunti che verranno evidenziati, non ultimo anche il rapporto della donna con la sua sessualità e con i tabù che circondano l’argomento.

Le mostre che faranno da corollario al convegno rappresentano per il visitatore un modo di ammirare opere non comuni ed uniche nel loro genere, realizzate da artiste che hanno già partecipato ad eventi simili e con la loro presenza ed il loro entusiasmo saranno in grado di accompagnare i visitatoti in un viaggio cultura tra mitologia e realtà alla scoperta delle anime che il fotografo intravede attraverso l’obiettivo fotografico.

Sabato 23 Aprile alle ore 14.00 si inaugura l’evento con l’apertura delle mostre alla presenza dell’Assessore alla Cultura della Città di Castellanza, Fabrizio Giachi, inaugurazione che alle ore 15.30 sarà seguita dai lavori del convegno.

Le mostre saranno visitabili domenica 24 e lunedì 25 aprile dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00. Ingresso libero.
Per informazioni: Ufficio Cultura – tel. 0331526263 – e-mail: cultura@comune.castellanza.va.it.

Le iniziative per la Festa della Liberazione non finiscono qui. La Città di Castellanza celebra il 71esimo anniversario della Liberazione in collaborazione con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, l’Associazione Carabinieri in congedo, l’Associazione Marinai d’Italia, l’Associazione Bersaglieri e l’Associazione Nazionale Caduti e Dispersi in Guerra.

Il programma delle celebrazioni è articolato in diversi appuntamenti: alle ore 9.45 appuntamento con tutti i partecipanti davanti al Monumento ai Caduti in Viale Rimembranze per la cerimonia di deposizione. Al termine della cerimonia il corteo si dirigerà verso la Corte del Ciliegio passando per le strade cittadine e facendo sosta presso il Monumento dei Marinai in Piazza Castegnate per poi proseguire fino alla Corte del Ciliegio dove sarà deposta una corona al Monumento dei Caduti per la Libertà.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.