Le richieste dei pendolari in vista delle elezioni

I pendolari hanno chiesto una maggiore sicurezza per l'area delle nord. Tutti i candidati sindaco si sono impegnati per raggiungere questo obiettivo

libreria boragno
busto arsizio incontri pendolari

Li hanno chiamati, e loro hanno risposto. Tutti i candidati sindaco di Busto Arsizio. dai sicuri Gianluca Castiglioni, Emanuele Antonelli e Alberto Rossi fino ai rappresentanti di Movimento 5 Stelle e Movimento per Busto, si sono presentati alla serata convocata dal Comitato pendolari Busto Nord per fare il punto della situazione vissuta dai molti bustocchi che vivono e lavorano fuori dalla città.

Il comitato è partito da relativamente lontano, da quando un anno fa la notizia dell’eliminazione della fermata in città di molti Malpensa Express aveva spinto i pendolari ad organizzarsi in un comitato. Una lotta che è durata tanto con mobilitazioni, flash mob, raccolte di firme e pagine social (ancora in funzione, ndr) e che alla fine ha raggiunto obiettivi ben più alti di quelli prefissati con il ritorno di tutte le fermate e l’aggiunta di altre. Una vittoria piena che ha spinto il comitato a spostare la sua attenzione su altri due temi: sovraffollamento delle carrozze e sicurezza della stazione.

Ma se sul primo punto i sindaci possono fare poco, sul tema della sicurezza dell’area delle Nord il lavoro da fare è molto. Tutti i candidati si sono impegnati in questo senso, ribadendo l’importanza di avere un interlocutore come il comitato. «Sarebbe bello avere altri comitati come il vostro» ha auspicato il candidato del centodestra Emanuele Antonelli prima di assicurare il suo supporto «per quello che succederà con il collegamento tra i due terminal dell’aeroporto». Alberto Rossi, primo cittadino candidato da Busto A Sinistra, ha invece puntato sulla necessità di integrare meglio la stazione con il sistema di trasporto pubblico mentre per Gianluca Castiglioni, sindaco proposto dal centrosinistra, «per iniziare a far percepire maggiore sicurezza basterebbero piccoli accorgimenti, come una migliore illuminazione dell’area».

Presenti alla serata anche altri possibili candidati di altre forze politiche. Luigi Genoni, papabile nome per i Cinque Stelle, ha insistito sulla necessità di un collegamento tra le due stazioni della città mentre per Andrea Brasca, uno dei tre partecipanti alle primarie del Movimento X Busto, la sicurezza non può prescindere dal decoro e dalla lotta a chi non paga i biglietti.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.