Maroni contro Renzi: “Referendum autonomia negato, vergogna”

Il presidente della regione dice al premier di vergognarsi

L'inaugurazione della Fiera di Varese

I referendum fanno ancora discutere e creano polemiche e ripicche politiche. Il presidente della Lombardia Roberto Maroni torna sull’argomento, oggi, polemizzando con il governo centrale perchè non consentirà la realizzazione, insieme alle elezioni amministrative, di un referendum sull’autonomia della Lombardia.

«Proprio come temevo – scrive Maroni su Fb – questa mattina da Roma mi hanno confermato la brutta notizia: il governo ha respinto la mia richiesta e quindi LA LOMBARDIA NON POTRA’ TENERE IL REFERENDUM SULL’AUTONOMIA ASSIEME ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI GIUGNO.

Una decisione assurda, imposta da Renzi e dal suo partito (vero ministro Martina?). RENZI VERGOGNA!!! Questa decisione assurda nega ai lombardi il diritto democratico di porre fine alla rapina fiscale da 54 miliardi che la Lombardia subisce ogni anno ad opera del governo romano. RENZI VERGOGNA!!! Questa decisione assurda costera’ alle tasche dei contribuenti lombardi almeno 20 milioni di euro. RENZI VERGOGNA!!! Ma io non mollo, non gliela voglio dare vinta a questo governo che nessuno ha eletto: IL REFERENDUM LO FAREMO CERTAMENTE, in autunno, e chiedero’ a Veneto e Liguria di unirsi alla nostra grande battaglia per l’autonomia e la liberazione fiscale. MAI MULA».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.