Melosi: «Complimenti a tutti. È stata una stagione fantastica»

Il tecnico del Varese commenta l'ultima vittoria. E sul futuro: «Perlerò con la società, ma sono tranquillo e sereno»

varese tradate calcio eccellenza
Foto di Simone Raso

Ultima partita, ultima vittoria e ultimo giro negli spogliatoi per il Varese in Eccellenza. Mister Giuliano Melosi analizza gara e futuro, non avendo ancora rinnovato il proprio accordo con il club biancorosso: «Si chiude con un’altra vittoria. Faccio i complimenti a tutti quanti, dalla società alla squadra per avermi portato qua e per quanto fatto fino a oggi. Abbiamo vinto un campionato e vincere non è mai facile; abbiamo messo assieme 17 vittorie di fila e mi pare che solo l’Inter abbia fatto come noi. Sulla gara di oggi: loro hanno giocato la loro partita, si vede la mano dell’allenatore, è una formazione organizzata che ha fatto bene e non a caso ha vinto la Coppa Italia e si è qualificata ai playoff. L’approccio nostro non è stato dei migliori, ma trovare le motivazioni dopo aver stravinto il campionato non è mai facile. Un plauso particolare al mio staff che è stato fantastico. Non ci sono novità per il futuro: la stagione è finita e ora parlerò con la società. Io sono tranquillo e sereno, quanto abbiamo fatto in campo è negli occhi di tutti e non ci sono particolari problemi da parte mia».

Il tecnico dell’Ardor Lazzate Alberto Campi: «Diciamo che fanno piacere i complimenti di un mister come Melosi che ha vinto il campionato. Oggi hanno esordito dei giovani e farlo al “Franco Ossola” non se lo dimenticheranno. I miei ragazzi hanno tanta voglia e questo credo si sia visto anche in campo. Dai playoff mi aspetto che una squadra come la nostra faccia esperienza e speriamo di poterne giocare tante di gare di questo livello, aumentando la nostra autostima. Vincere non sarebbe male».

Daniele Capelloni è stato uno dei punti fermi di questo Varese: «Siamo partiti un po’ sottotono, non è colpa del vento, ma ci abbiamo messo qualche minuto per trovare il bandolo della matassa. Non mi piace parlare di me, spero di aver fatto bene, che la gente possa ricordarmi come giocatore e come uomo. Sul futuro io ho detto che mi piacerebbe rimanere, ma dovrà decidere la società. Il ricordo più bello di quest’anno è stata la giornata della festa contro il Vittuone, ma ci sono stati tanti episodi da ricordare, non solo in campo, ma anche con i tifosi e negli spogliatoi. I gol più belli sono state le due punizioni con Sestese e Saronno».

LE PAGELLE:

BORDIN 6, LUONI 6, SIMONETTO 6, GHELLER 6.5, AZZOLIN 6.5 (Cavalcante 6), GAZO 6.5 (Becchio 6.5), CAPELLONI 6.5, BALCONI 6, GIOVIO 6, PIRACCINI 7, MARRAZZO 6.5 (Viscomi 6.5).

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.