“Metta l’oro nel frigorifero, dobbiamo controllare l’acqua”

Due persone si sono presentate questa mattina in casa di un'anziana spacciandosi per addetti del comune. La donna ha allertato le forze dell'ordine che ora sono sulle tracce dei truffatori

Truffa

Si sono presentati intorno alle 9.30 a casa di un’anziana di Cazzago Brabbia dicendo di essere addetti del comune. Ma la “storia” che si sono inventati era talmente assurda e priva di senso che la donna non si è fatta abbindolare e anzi, si è attivata subito per cercare di impedire ai due falsi addetti di lasciare il paese indisturbati per andare ad agire altrove.

Il meccanismo è sempre lo stesso e a volte, va detto, ha portato “frutti” ai malfattori che lo hanno adottato: ci si presenta come addetti di un’azienda oppure del comune, si chiede di entrare in casa per verificare se nell’acqua del rubinetto di casa sia presente mercurio e per precauzione e “per non alterare i risultati delle analisi”di solito i truffatori chiedono che la povera vittima nasconda l’oro da qualche parte.

La signora di Cazzago, questa mattina, avrebbe dovuto metterlo nel frigorifero di casa. Troppo strano l’atteggiamento dei due, assurda la richiesta: la donna non ha mangiato la foglia, li ha cacciati e poi ha chiamato il referente del suo quartiere per il controllo del vicinato.

Immediatamente sono state allertate le forze dell’ordine che ora sono sulle tracce dei due malviventi. Possibile che si siano allontanati e abbiano cambiato comune.

Un’ora dopo la stessa segnalazione è stata fatta sul gruppo Facebook Sei di Brunello se: ancora un uomo che si spacciava per messo comunale e che chiedeva di entrare in casa per controllare la qualità dell’acqua. Che siano gli stessi non è detto ma è assai probabile.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.