Moretti: «Abbiamo fatto qualcosa di speciale»

Il tecnico della Openjobmetis commenta con felicità la vittoria in semifinale contro i padroni di casa di Chalon. «Sappiamo che siamo a un passo dalla storia»

openjobmetis elan chalon final four
La vittoria della Pallacanestro Varese nelle foto di Mattia Ozbot

Nella sala stampa del Colisèe di Chalon, dopo la vittoria della sua Openjobmetis contro i padroni di casa dell’Elan 92-83, coach Paolo Moretti è visibilmente stanco ma soddisfatto ai microfoni della Fiba, intervistato rigorosamente in inglese: «A great, great game. Abbiamo giocato una grande gara, specialmente nel terzo quarto quando abbiamo iniziato a difendere forte, forzando il loro attacco a tiri difficili. Abbiamo invece sofferto nel secondo quarto, quando abbiamo perso il ritmo partita e permesso facili canestri, soprattutto lasciando a loro diversi rimbalzi in attacco. In quel momento tutti pensavano che la gara si fosse messa nelle mani di Chalon, ma siamo stati forti mentalmente recuperando e limitando il passivo all’intervallo. Nella seconda parte di gara invece abbiamo messo in campo un’attitudine difensiva diversa e anche a rimbalzo abbiamo fatto meglio e questo ci ha aiutato anche in attacco».

«Vincere qui a Chalon – ha continuato l’allenatore biancorosso –, contro la squadra di casa, è qualcosa di speciale. Sappiamo che siamo a un passo dal fare la storia, ma dobbiamo guadagnarcelo e per ora non abbiamo fatto ancora nulla. Ora riposeremo stasera e domani, sperando di recuperare Wright, che si è fatto male alla caviglia, ma lui è un guerriero e farà di tutto per essere in campo domenica».

Ha affiancato coach Moretti in sala stampa Brandon Davies, anche stasera importante a livello realizzativo: «Nel primo tempo abbiamo sprecato diversi canestri facili e Chalon, essendo un buon team, ne ha approfittato. Nella seconda parte invece siamo entrati in campo determinati nel giocare la miglior difesa possibile e lo abbiamo fatto segnando anche canestri importanti».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.