Multa al barboncino senza guinzaglio, Porfidio difende la Polizia Locale

Il candidato di Busto al Centro entra nella polemica sulla multa elevata ad un cittadino che teneva il cagnolino senza guinzaglio al Museo del Tessile e attacca anche la Lega Nord

audio porfidio

Audio Porfidio, candidato consigliere comunale con la lista Busto al Centro, difende l’operato degli agenti di Polizia Locale che hanno multato il padrone di Polly, il barboncino bianco trovato al Parco del Museo del Tessile senza guinzaglio nella giornata di ieri (venerdì).

«L’avvocato Paolo Libertini che ha sollevato questa polemica dovrebbe saper leggere i cartelli che ci sono nel parco – ha commentato l’ex-consigliere comunale – non sono mai stato tenero con la Polizia Locale e questo è noto ma se dovessero multarmi perchè non tengo il mio cane al guinzaglio starei zitto e mi prenderei la multa».

Porfidio ci tiene a sottolineare che la polemica sollevata da Libertini «è funzionale alle posizioni sostenute dalla Lega Nord e dal suo segretario Stefano Ferrario che si riempie la bocca di sicurezza e poi è il primo a chiedere meno multe».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.