Museo Pogliaghi e Cripta, gli interventi della Regione

Ne ha parlato l’assessore regionale Cristina Cappellini riferendosi al sacro Monte di Varese nel corso di una trasmissione televisiva

La salita a Sacro Monte
La salita a Sacro Monte

Per le culture abbiamo investito 132 milioni di euro in tre anni: un bilancio che ritengo molto positivo; in un momento di difficoltà economica, di tagli lineari e di riduzioni dei trasferimenti dei fondi dallo Stato alle Regioni la cultura spesso ne fa le spese. Abbiamo voluto invece dimostrare che in Lombardia non solo si e’ investito molto ma siamo riusciti a coprire tutti gli ambiti a 360 gradi favorendo e sostenendo le innovazioni”.

Lo ha detto l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia Cristina Cappellini, intervenendo in diretta alla trasmissione televisiva ‘Orario continuato’ in onda su Telelombardia.

“La Lombardia è conosciuta ovunque come motore economico e finanziario, come eccellenza sanitaria – ha detto l’assessore Cappellini in diretta – ma ancora molto poco per lo straordinario patrimonio culturale, artistico, architettonico, archeologico”.

SACRO MONTE DI VARESE – Tra gli esempi citati dall’assessore, il Sacro Monte di Varese: “Un gioiello storico, artistico, spirituale che ogni lombardo dovrebbe vedere almeno una volta nella vita”.

INTERVENTI PER CRIPTA E MUSEO POGLIAGHI – Nel corso del suo intervento a ‘Orario continuato’ l’assessore ha ricordato che sono stati finanziati due interventi importanti al Sacro Monte:
“Il primo è un traguardo storico – ha sottolineato con soddisfazione -: la riapertura della casa museo Pogliaghi rimasta chiusa per decenni; abbiamo lavorato nei primi mesi del mio mandato e utilizzando strumenti e fondi siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo. Per la Cripta del Sacro Monte, patrimonio Unesco, siamo intervenuti con Fondazione Cariplo e l’operazione ci permette di arricchire sempre di più l’offerta culturale del Sacro Monte”.

AREE ARCHEOLOGICHE PRESENTI IN TUTTI I TERRITORI – L’assessore ha ricordato anche che non solo sono stati investiti 3,8 milioni per i siti Unesco della Lombardia, ma sono state valorizzate anche le aree archeologiche: “Ovunque  si scavi in Lombardia – ha spiegato Cappellini – si trovano reperti. Dalla Valchiavenna a tutta l’Insubria, includendo il Capitolium di Brescia e parte del territorio di Cremona”.

MUSEO CIVILTA’ GOLASECCA A MALPENSA – “Un altro importante
progetto al quale stiamo lavorando – ha detto ancora l’assessore – riguarda la realizzazione del museo all’aeroporto di Malpensa che esporrà reperti recuperati per lo scavo di Terminal 1 e 2 e relativi alla civiltà di Golasecca. Scoperte recentissime che meritano di essere esposte. Stiamo lavorando con Trenord e Sea per consentire a quante più persone di poterle ammirare”.

NUOVA OCCUPAZIONE PER IMPRESE CREATIVE GIOVANI – L’assessore ha anche messo in evidenza gli aspetti della cultura connessi alla creazione di nuova occupazione. “Le imprese culturali e creative – ha commentato – sono un settore che ci sta a cuore perché crea professionalità nuove forme di impresa giovanile e i numeri dimostrano che chi avvia una start up è un giovane. La collaborazione con Fondazione Cariplo e Camera Commercio ci ha consentito di mettere a disposizione diversi bandi proprio per favorire nuove proposte”.

TERZA REGIONE IN EUROPA PER NUMERO OCCUPATI IN CULTURA –  “Non dimentichiamo – ha aggiunto Cappellini – che la Lombardia è la terza regione in Europa per numero di occupati e di imprese creative. Non a caso nel nuovo testo di riordino della Cultura  abbiamo voluto inserire specifici passaggi per valorizzare la tradizione e unirla all’innovazione”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.