Offensiva antidegrado della Polizia Locale: arrestato un evaso, due denunciati e 30 identificati

Proficuo lavoro per la Polizia Locale ha effettuato un capillare controllo della zona centrale e delle periferie

polizia locale
legnano sgombero aler appartamento palazzo case popolari occupazione

Il Comando di Polizia Locale ha attivato un contrasto serrato ai fenomeni di degrado sul territorio, attraverso servizi mirati e l’impiego di numerose risorse.

Tali servizi si concentrano in zone dove è insistente una maggiore richiesta di sicurezza da parte dei cittadini per il perdurare di situazioni legate al bivaccamento, occupazioni abusive, piccolo spaccio di sostanze stupefacenti, abbandono rifiuti, etc.

Nella giornata di mercoledì 6 aprile un gruppo di 8 operatori di Polizia Locale ha effettuato un capillare controllo della zona centrale e delle periferie. In totale sono state identificate circa trenta persone, denunciati due cittadini per inosservanza sulle norme sugli stranieri. Sorpresi due individui, con numerosi precedenti di polizia e uso di sostanze stupefacenti che dormivano all’interno di un’autovettura priva della prescritta copertura assicurativa.

Questo genere di attività continuerà anche nei prossimi giorni in diverse fasce orarie della giornata. Nella sicurezza è importante che i cittadini facciano giungere le proprie segnalazioni per qualsiasi situazione anomala pregiudizievole per la sicurezza.

Nell’ambito di tali controlli, un giovane pregiudicato agli arresti domiciliari è stato riconosciuto da due operatori della Polizia Locale e tratto immediatamente in arresto per il reato di evasione. Il fatto si è svolto a Legnano, nella prima serata di martedì scorso: due motociclisti della Polizia Locale di Legnano, in servizio antidegrado, intenti nel perlustrare la zona Oltrestazione, hanno avvistato un noto pregiudicato circolare a piedi nonostante risultasse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’uomo è stato immediatamente bloccato e tratto in arresto e, così come disposto dal Pubblico Ministero di turno della Procura di Busto Arsizio, è comparso oggi davanti al Giudice Ordinario per essere giudicato per direttissima per il reato di evasione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.