ONG e aziende per combattere il cambiamento climatico

Il convegno che toccherà anche questo argomento è in programma per terrà il 5 maggio dalle 9.00 alle 13.00 presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. Organizzato anche dal Cast di Laveno Mombello

Tempo libero generica
Tempo libero generica

Stili di vita, di consumo e di produzione non sostenibili sono le principali cause dei cambiamenti climatici in corso. Buone pratiche di sostenibilità quotidiana sono fondamentali per innescare un cambiamento, ma altrettanto lo sono gli interventi politici ed economici in continua negoziazione a livello internazionale. Anche le ONG fanno la propria parte: da un lato sensibilizzando i cittadini, dall’altro attraverso i progetti di cooperazione nei quali, oltre a promuovere sviluppo sociale ed economico a beneficio delle comunità locali, contribuiscono a generare significativi benefit ambientali considerabili vere e proprie azioni di mitigazione del cambiamento climatico globale.

Per questo CAST ONG di Laveno Mombello, in collaborazione con Carbon Sink Group (società di consulenza specializzata nell’ambito della sostenibilità e la gestione del carbonio) e il Politecnico di Milano, ha organizzato il workshop “Le opportunità della carbon Finance per le ONG”, che si terrà il 5 maggio dalle 9.00 alle 13.00 presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano.

Il workshop è rivolto a operatori nell’ambito della cooperazione internazionale, fondazioni, aziende del territorio ed enti pubblici, con l’obiettivo di informare sulle possibilità offerte dalla Carbon Finance nell’ambito dei progetti di cooperazione internazionale, al fine di creare sinergie per poter valorizzare queste opportunità sia tra i diversi attori del settore, sia tra ONG e aziende.
Il meccanismo della Carbon Finance si rivela prezioso per le ONG che generano significative riduzioni nelle emissioni di gas serra attraverso progetti di cooperazione internazionale, ad esempio tramite riforestazione, gestione sostenibile dei rifiuti organici e delle risorse idriche, efficienza energetica o installazione di piccoli impianti idroelettrici, fotovoltaici, eolici o a biomasse residuali agricole. L’attività di riduzione o assorbimento viene quantificata attraverso crediti di carbonio che possono essere immessi su mercati internazionali dedicati e dove vengono acquistati prevalentemente da imprese ed organizzazioni per la compensazione delle emissioni legate alla propria attività, o nell’ambito di strategie di responsabilità ambientale/sociale d’impresa, di marketing o di comunicazione. Durante il workshop si discuterà di cambiamenti climatici e di carbon finance, di progetti con potenziali componenti carbon e di collaborazione tra profit e no profit.
L’evento è organizzato nell’ambito del progetto “Fair Carbon: Percorsi virtuosi di Carbon Finance come strumento di sostenibilità ambientale, sociale ed economica” realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo, finalizzato allo sviluppo di capacità e competenze necessarie a implementare processi virtuosi di Carbon Finance nei progetti di cooperazione.
Gli interessati possono scrivere a info@cast-ong.org e riceveranno dettagli su disponibilità e iscrizioni. Maggiori informazioni sul progetto e sul programma si trovano sul sito www.cast-ong.org/eventi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.