Poker Varese: biancorossi alla 15a vittoria in fila

La squadra di Melosi domina anche il Trezzano, temuto alla vigilia: 4-0 con doppietta di Piraccini e reti di La Marca e Marrazzo che si fa anche parare un rigore

Varese - Trezzano

Un girone intero di sole vittorie: il Varese continua a scrivere il suo libro dei record vincendo la 15a partita consecutiva e travolgendo un Trezzano largamente sottotono rispetto alle attese. I milanesi si presentavano a Masnago con la nomea di essere squadra tignosa e in forma ma sono stati spazzati via anche da un Varese apparso (addirittura) meno in palla di altre volte, soprattutto nella prima parte di gara.

Galleria fotografica

Varese - Trezzano 4 di 20

Ciò nonostante, al novantesimo, il tabellino parla di un 4-0 nettissimo a favore della squadra di Melosi, capace di mettere a segno due reti per tempo e di creare un numero vicino alle dieci palle gol, con Giovio protagonista sfortunato visto che non riesce a battere il portiere De Santis nonostante i diversi tentativi. Impresa che invece riesce per due volte a Luca Piraccini che con il tempo sta guadagnando fiducia a suon di marcature, dopo un avvio non facilissimo di avventura da queste parti. A segno ci va di nuovo anche Marrazzo pur in una giornata sottotono e marchiata da un rigore fallito (bravo il portiere a intuire), mentre il poker di reti porta anche la firma del giovane La Marca andato in proiezione offensiva.

Insomma ce n’è per tutti a Masnago, o almento tutti quelli con addosso la maglia biancorossa. E probabilmente la lettura migliore della partita di oggi e del momento favorevole al Varese lo dà proprio il suo allenatore, Giuliano Melosi: «Il Trezzano come altre formazioni sono squadre di buon livello. Non parlate di campionato scarso: sono i miei ragazzi a farlo sembrare scarso».

IL PRIMO TEMPO – Non il miglior Varese stagionale, quello della prima parte di gara con il Trezzano, anche se il parziale del 45′ è già tutto a favore dei ragazzi di Melosi. Che prima di passare a condurre confezionano comunque un paio di grosse occasioni: la prima con Piraccini messo in moto alla perfezione da Gazo (salva sulla linea il difensore Foresti), la seconda con un Giovio pimpante, che in diagonale sfiora il palo.
Il vantaggio però è quasi casuale e nasce da un doppio buco sul cross di Zazzi: Marrazzo, davanti alla porta, non ci arriva ma anche Ranieri si fa sorprendere e così Piraccini – sul secondo palo – ringrazia e insacca. Per il Varese è il momento dell’ uno-due: passano 3′ e tocca a La Marca in proiezione offensiva segnare il 2-0: l’esterno ci prova una volta, viene fermato dalla traversa, e quindi ribadisce in rete di potenza. Abbate ne ha abbastanza, toglie Ranieri dalla difesa ma il Trezzano non si vede ugualmente in attacco.

Varese - Trezzano
Piraccini segna così il 3-0 (foto Borserini/Raso)

LA RIPRESA – Il Varese alza il volume dopo qualche minuto di studio nella seconda frazione, e ancora una volta con il passare del tempo domina la partita. Il tempo di vedere Corona divorarsi il gol del 2-1 (incespicando sul pallone al momento del tiro) ed è di nuovo monologo biancorosso: al quarto d’ora Zazzi viene abbattuto in area ma per la seconda domenica di fila la squadra di Melosi spreca un rigore. Sette giorni fa sbagliò Giovio, stavolta tocca a Marrazzo farsi parare il tiro da De Santis.
E allora è di nuovo Piraccini a insaccare quando è scoccato il 24′ della ripresa: grande azione di Becchio a sinistra, cross basso e “picchiata” da falco dell’attaccante che anticipa tutti e mette in gol il 3-0. A quel punto anche Marrazzo, fino a lì impreciso, decide di voler entrare nel novero dei marcatori e alla mezz’ora, dopo aver addomesticato un cross, trova un varco che gli vale la 32a rete in campionato. Resterebbe Giovio, ancora a digiuno, ma per lui la porta rimane stregata; poco male, la gente gli tributa l’ennesimo e lungo applasuo di quest’annata da record. Come se avesse segnato.

IL MIGLIORE – Alla fine il premio – sia il nostro sia quello consegnato allo stadio – va a Luca Piraccini, doppietta di giornata e traguardo delle sette reti raggiunto nonostante un avvio faticoso. Giusto però sottolineare la prova a tutto tondo di Zazzi, quelle di Gazo e Giovio e l’apporto dato alla squadra da Becchio, subentrato in corsa.

I VOTI – Bordin 6; La Marca 6,5, Gheller 6, Viscomi 6, Azzolin 6,5; Gazo 7 (Becchio 7), Capelloni 6 (Piccinotti 6), Zazzi 7; Giovio 7; Marrazzo 6, Piraccini 7,5 (Cavalcante 6).

VARESE – TREZZANO 4-0 (2-0)

Marcatori: Piraccini (V) al 32′ pt, La Marca (V) al 35′ pt; Piraccini (V) al 24′ st, Marrazzo (V) al 30′

VARESE (4-3-1-2): Bordin; Luoni, Gheller, Viscomi, Azzolin; Gazo (Becchio dal 21′ st), Capelloni (Piccinotti dal 27′ st), Zazzi; Giovio; Marrazzo, Piraccini (Cavalcante dal 27′ st). All. Melosi. A disp.: Scapolo, Luoni,, Balconi, Lercara.
TREZZANO (4-3-1-2): De Santis; De Lucia, Foresti, Torrisi (Di Pace dal 18′ st), Ranieri (Cataldo al 39′ pt); Giunti, Monetti, Filadelfia; Spinelli; Checchi, Corona. All. A. Abbate. A disp.: F. Abbate,, De Feudis, Cozzi, Cifarelli, Azzalone.
ARBITRO: Marra di Mantova (Martin e Mendeni).
NOTE. Giornata tiepida e serena, campo in buone condizioni. Ammoniti: La Marca. Calci d’angolo: 4-2. Recupero: 1′ e 1′. Spettatori: 1.000 circa.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Trezzano 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.